Scoiattolo rosso o comune- Sciurus vulgaris
Atlante della Fauna selvatica italiana - Mammiferi

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Mammiferi
Ordine:  Roditori
Famiglia:  Sciuridi
Genere: Sciurus
Specie: vulgaris

Diffuso in Europa ed Asia settentrionale, dal Caucaso al Giappone ed alla Cina. In Italia è presente sia sulle Alpi che sugli Appennini con diverse sottospecie; assente sulle isole.
In Italia ci sono tre sottospecie di scoiattolo rosso: nel nord troviamo Sciurus vulgaris fuscoater, la sottospecie diffusa anche in gran parte dell’Europa centrale e orientale, mentre nel centro e nel sud vi sono due sottospecie endemiche, presenti quindi solo in Italia, rispettivamente Sciurus vulgaris italicus e Sciurus vulgaris meridionalis.
Le sottospecie del centro e del nord Italia sono caratterizzate da una colorazione molto variabile del mantello dorsale, così come indicato in precedenza, mentre la sottospecie del sud, presente esclusivamente in Calabria, è completamente nera con ventre bianco.

Scoiattolo Scoiattolo rosso o comune - Sciurus vulgaris (foto Sauro Giannerini)

Scoiattolo rosso Scoiattolo rosso - Sciurus vulgaris fuscoater (foto www.secretumomega.net)

Caratteri distintivi

Lunghezza testa-corpo 19-29 cm; coda 14-34 cm; piede posteriore 5,2 -6 cm; peso 240-490 grammi. Corpo slanciato, testa rotonda con muso breve, occhio e orecchie grandi provviste all’apice di un ciuffo di peli. Arti posteriori più lunghi di quelli anteriori. Le zampe anteriori presentano cinque dita provviste di unghie forti e ricurve, quelle posteriori sono più strette e lunghe. La coda è interamente ricoperta da pelo e viene portata ricurva sul dorso. La colorazione del mantello, molto variabile, è essenzialmente bruno rossastra con parti inferiori bianche (estate); in inverno invece il colore dominante è il grigio.

Biologia

L’habitat naturale dello scoiattolo è rappresentato da boschi e foreste sia di conifere sia di latifoglie. Frequenta anche, se pur in minor modo, i margini di zone coltivate e quando non è disturbato anche i giardini all’interno dei centri abitati. Si può spingere anche fino a quote di 2.000 m s.l.m.
Ha abitudini diurne e passa la notte all’interno di cavità di alberi. Durante la stagione buona accumula una grande quantità di alimenti per trascorrere l’inverno e il letargo. E’ un grande arrampicatore e saltatore. Non è molto gregario. La maturità sessuale viene raggiunta ad un anno di vita e durante il periodo degli accoppiamenti (gennaio – luglio) i maschi combattono per le femmine. La femmina partorisce, dopo circa 4-5 settimane di gestazione, 4-6 piccoli ciechi e nudi per 5-6 settimane, la maturità sessuale viene raggiunta a circa 7-8 settimane. Lo scoiattolo si ciba essenzialmente di vegetali: gemme, germogli, erbe, funghi, etc. ma può completare la sua dieta con piccoli animali, uova, insetti.

Mammiferi
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy