Gatto selvatico - Felis silvestris
Atlante della Fauna selvatica italiana - Mammiferi

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Mammiferi
Ordine: Carnivori
Famiglia:  Felidi
Genere: Felis
Specie: silvestris

Il Gatto selvatico è caratterizzato da una distribuzione particolarmente ampia sia in Eurasia che in Africa. L’areale della specie si estende infatti dall’Europa occidentale all'India, alla Cina occidentale ed alla Mongolia, e copre quasi l’intero continente africano.
In Italia è presente in tutta l’area centro-meridionale, in Sicilia ed in Sardegna. Il limite settentrionale della distribuzione peninsulare della specie è rappresentato da parte della Toscana, dall’Umbria e dalle Marche. Nell’Italia settentrionale la specie è segnalata al confine tra Liguria e Piemonte ed in Friuli, mentre è assente dall’Appennino settentrionale e dalla maggior parte delle Alpi.

Gatto selvatico Gatto selvatico - Felis silvestris (foto www.bioport.hu)

Gatto selvatico Gatto selvatico (foto www.confavi-cst-ms.it)

Caratteri distintivi

Lunghezza testa-corpo: 45-80 cm
Lunghezza coda: 29-40 cm
Peso: 3,5-8 kg

Più massiccio del gatto domestico. Il pelo è relativamente lungo, soffice e sottile; superiormente grigio-giallastro con stretta striscia nera sulla schiena; fianchi e altre porzioni corporee striati di nero; inferiormente bianco-giallastro.
Testa tonda, naso carnicino, occhi relativamente grandi, giallo-verdi.
Zampe di media lunghezza, anteriori con 5 unghie, posteriori con 4. La coda è lunga, uniformemente folta, con anelli e apice neri.
Dimorfismo sessuale: poco evidente (maschio più grosso della femmina e con testa più massiccia).

Biologia

Abitudini soprattutto crepuscolari-notturne; solitario, in coppia o in gruppi familiari. Vive in aree boscate o cespugliate.
Alimentazione: soprattutto micromammiferi, fino alla mole di un coniglio selvatico, uccelli, rettili, anfibi.
Raggiunge la maturità sessuale nell'anno seguente alla nascita. Si accoppia da marzo a maggio. Partorisce 2-6 piccoli inetti, allevati dalla madre.
Il gatto domestico discende soprattutto dalla sottospecie lybica, che abita l'Asia Minore e l'Africa settentrionale. Può incrociarsi con il gatto domestico, generando prole feconda.

Mammiferi
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy