Pecan - Carya illinoensis (Wangenh.) K. Koch
Atlante delle coltivazioni arboree - Alberi da frutto

Generalità

Il Pecan (Carya illinoensis (Wangenh.) K. Koch) appartiene alla Famiglia delle Juglandaceae ed è originaria della zona al confine tra Messico e Stati Uniti.
E' coltivata soprattutto nel sud degli Stati Uniti, in Brasile, Austraria e Israele. In Italia e' presente in piccoli appezzamenti specializzati in Sicilia e in altre aree meridionali.
E' una specie monoica e autofertile, con spiccata dicogamia nella maggio parte delle cultivar. Pianta molto longeva. In primavera produce fiori maschili allungati, e femminili tondeggianti su lunghe spighe. Produce frutti con guscio liscio e sottile, di dimensioni variabili in relazione alla varieta', con gheriglio di sapore gradevole.
Presenta un rapido accrescimento.
Si adatta a diversi ambienti pedoclimatici, purche' caldi, a causa dell'elevata lunghezza del periodo vegetativo. E' a foglia caduca e resiste bene alle basse temperature invernali (fino a -10 °C).

Frutti e gherigli di Pecan Fiori maschili di Pecan (foto http://davesgarden.com)

Frutti e gherigli di Pecan Frutti di Pecan (foto www.plantsystematics.org)

Frutti e gherigli di Pecan Frutti e e gherigli di Pecan (foto www.biodiversityexplorer.org)

Varietà e portinnesti

Le numerose varieta' (circa 500) vengono distinte in orientali (adatte ai climi caldo-umidi) o occidentali (resistono meglio alla siccita'). Alcune varieta’ di origine americana e coltivate in Italia sono: Kiowa, Wichita e Shoshoni.
La propagazione e' per innesto.

Tecniche colturali

Il Pecan viene allevato a vaso pieno a vento con sesti molto ampi (m 6-8 x 6-8) date le elevate dimensioni che assume la pianta adulta.
Necessita di limitati interventi irrigui e richiede una particolare attenzione per quanto riguarda la potatura, che deve favorire l'emissione di una buona ramificazione nella parte basale della pianta.

Produzioni

La raccolta avviene in ottobre-novembre (subito dopo le noci "classiche"), e puo' essere effettuata anche a macchina.
Le noci pecan sono apprezzate per il guscio tenero e il gheriglio saporito.
Contengono tra il 65 e il 70 % di olio. Di questo, il 73 % è composto da acidi grassi oleici monoinsaturi e per il 17% da acidi grassi linoleici polinsaturi.

Avversità


Frutti maggiori
Agrumi
Frutti minori
Piccoli frutti
Frutti tropicali
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy