Chinotto - Citrus myrtifolia Raf.
Atlante delle coltivazioni arboree - Alberi da frutto

Generalità

Il Chinotto (Citrus myrtifolia Raf.) è un agrume originario della Cina meridionale (da cui deriva il nome comune).
E' presente in Europa da molti secoli. Secondo alcuni studiosi è considerato una mutazione gemmaria del Citrus aurantium.
In Italia viene coltivato esclusivamente nella Riviera Ligure di Ponente.
E' un piccolo albero (fino a tre metri di altezza), compatto, con lenta crescita e privo di spine.
Le foglie ricordano quelle del Mirto (da cui il nome scientifico) e sono piccole, ellittiche, appuntite, cuoiose e color verde lucente.
I fiori sono piccoli, bianchi, molto profumati, solitari o riuniti in gruppi e in posizione ascellare o terminale.
I frutti hanno modeste dimensioni, schiacciati alle due estremità e, maturi, sono di color arancio intenso. La polpa è amara e acida e suddivisa in 8-10 segmenti.
I frutti sono utilizzati per produrre canditi, liquori, marmellate, mostarde e la classica bibita.
Viene innestato soprattutto su arancio amaro.. si presta molto bene alla coltivazione in vaso.

Frutti e fiori di Chinotto Frutti e fiori di Chinotto

Pianta in vaso di Chinotto Citrus myrtifolia Raf. Pianta in vaso di Chinotto Citrus myrtifolia Raf. (foto www.agraria.org)

Varietà

La cultivar più conosciuta è il Chinotto Piccolo, usata anche a scopo ornamentale. Altre varietà sono il Chinotto Grande, il Chinotto Crispifolia e il Chinotto a foglie di bosso.

Tecniche di coltivazione

Vedere Tecniche di coltivazione degli agrumi (clicca qui)

Frutti maggiori
Agrumi
Frutti minori
Piccoli frutti
Frutti tropicali
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy