Gelso - Morus spp.
Atlante delle coltivazioni arboree - Alberi da frutto

Generalità

I gelsi appartengono alla Famiglia delle Moraceae, genere Morus.
Il Gelso bianco (Morus alba L.) e' una specie originaria dell'Asia centrale e orientale.
Albero alto fino a 15 m, e' stato importato in Europa con il baco da seta che e' ghiotto delle sue foglie.
Fino a meta' del '900 ha avuto un'enorme diffusione; poi, con l'affermarsi delle fibre sintetiche, l'allevamento del baco da seta e' andato scomparendo e con esso anche il gelso bianco.
Chioma densa, con foglie verde scuro e lucide superiormente, piu' chiare inferiormente.
I fiori sono unisessuali (pianta monoica), raramente bisessuali, quelli maschili sono disposti in spighe cilindriche di 2-4 cm, peduncolate, quelli femminili in glomeruli ovoidali. nascono presso l'ascella della foglia in aprile. Il frutto e' carnoso color giallastro bianco con sapore dolciastro (con una punta acidula) , matura in giugno luglio.
Il Gelso nero (Morus nigra L.) e' molto simile alla specie precedente.
Originaria dell'Asia Minore e Iran, introdotto in Europa probabilmente nel Cinquecento. Ha foglie piu' piccole e produce frutti nero-violoacei e piu' saporiti.

Frutti e foglia di Gelso - Morus nigra L. Frutti e foglia di Gelso - Morus nigra L. (foto www.wsl.ch)

Produzioni

Gelso bianco
Attualmente e' pochissimo usato come pianta da frutto dato il sapore poco gradito (dolciastro con una punta di acidulo). I frutti venivano considerati lassativi. Per l'elevato contenuto di zuccheri (22%) diverse popolazioni asiatiche li utilizzavano come edulcoranti, sia freschi sia secchi, ridotti in farina. Per fermentazione e' possibile ricavare una bevanda alcolica; i legno era usato per fare attrezzi e piccoli lavori di intarsio. L'uso del gelso bianco era legato all'allevamento del baco da seta.
Gelso nero
Marmellate, gelatine, confetture, sorbetti, dolci, grappe, sotto spirito. L'uso dei frutti in macedonia di piccoli frutti ne migliora sapore e profumo. Aromatizzante e colorante per gelati, conferisce un colore blu-violetto.
In Italia Centrale e in Sicilia il M. nigra è allevato per il consumo locale.
L'infuso di foglie ha proprietà antibiotiche. La polpa viene usata in cosmesi per maschere lenitive di pelli secche, il succo trova uso in in lozioni idratanti.
Proprietà medicinali di frutti, foglie, radici e corteccia: espettorante, depurativo, lassativo, rinfrescante e tonico; un tempo non molto lontano venivano indicate per lenire afta, angina, astenia, stipsi e stomatite.
Le varietà più decorative sono anche quelle più apprezzate per il sapore dei frutti.

Larve di Bombix mori Larve di Bombix mori (Istituto Tecnico Agrario di Firenze) (foto www.agraria.org)

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]