Nespolo del Giappone - Eriobotrya japonica Lindl.
Atlante delle coltivazioni arboree - Alberi da frutto

Generalità

Il Nespolo del Giappone (Eriobotrya japonica Lindl.) è una pianta originario della Cina orientale, dove è ancora coltivato, così come in Giappone, in zone temperato-calde; diffuso negli Stati Uniti e nell'areale mediterraneo soprattutto per ornamentale, mentre la coltivazione avviene in Spagna, nella Valencia, in Italia, nella provincia di Palermo e un po' in Calabria.
Appartiene alla Famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia Pomoidee, ma il genere è Eriobotrya, specie japonica.
E' una pianta sempreverde, con foglie grandi tormentose nella pagine inferiore, apparato radicale superficiale.
La fioritura va da novembre a febbraio, con fiori pentameri e con 20 stami e 5 pistilli, il cui numero varia dai 200 fino a 600, con la selezione, fiori che sono riuniti in pannocchie.
I frutti sono pomi, con 1-5 semi riuniti al centro, in genere piccoli (peso medio 30-55 g, sono rare le varietà con peso più elevato), rotondi, ellittici, a forma di uovo o di pera; il colore della buccia va dal giallo pallido all'arancio brillante; il colore della polpa va dal bianco all'arancio, includendo diverse gradazioni di giallo. I semi sono grossi con tegumento bruno.
Limiti pedoclimatici: resiste a temperature sotto lo zero anche se si presenta qualche problema con il prolungamento a tele esposizione; a causa di questa sensibilità e della fioritura e formazione del frutto in inverno preferisce l'ambiente meridionale a clima più temperato, non in ambienti freddi. L'apparato radicale è sensibile ad asfissia e salinità.

Frutti di Nespolo del Giappone Frutti di Nespolo del Giappone (foto www.agraria.org)

Varietà e portinnesti

Si distinguono due tipi: il tipo cinese con frutto grosso, piriforme e polpa gialla ed il tipo giapponese con frutto piccolo, rotondo e polpa giallo pallida. In Italia le cv utilizzate sono: Nespolo di Ferdinando, Precoce di Palermo, Nespolone di Palermo, Grosso Lungo e Grosso Tondo. All'estero: Golden Nugget, Cardona, Tanaka.
I portinnesti utilizzati sono il franco, che induce vigore, lenta fruttificazione e resistenza al calcare attivo, mentre con il cotogno, MA e BA29, torna la sensibilità al calcare.
La propagazione avviene quasi esclusivamente per seme. Si esegue poi l'innesto.

Infiorescenze di Nespolo del Giappone Infiorescenze di Nespolo del Giappone (foto www.agraria.org)

Tecniche colturali

La forma di allevamento consigliata e' il globo impalcato basso con sesti di 5,5 x 5,5 m o 4 x 4 m su cotogno.
L'irrigazione e' praticata soprattutto dopo la raccolta, poiche' da' maggior induzione a fiore, e prima della fioritura; il volume è di 3000 m3/ha. La concimazione di produzione apporta 150-180 kg/ha di N, 100-120 di P2O5, 180-200 di K2O, distribuiti a fine inverno ma metà N in pre-fioritura.
La potatura viene fatta subito dopo la raccolta, in estate, e in post-allegagione, in inverno.

Produzioni

Ogni pianta fornisce 30 kg, per un produzione complessiva di 200 qli/ha. Il momento migliore per la raccolta è quando il frutto assume la colorazione tipica della cultivar (giallo, giallo-oro, giallo-arancione) che varia in funzione degli ambienti da fine aprile ai primi di giugno. Il frutto è molto delicato, pertanto è necessario utilizzare cesti imbottiti o confezionare i frutti direttamente in campo. Fin dalla sua introduzione in Europa, avvenuta nel XVIII secolo dal lontano Giappone, questa specie è stata e viene ancora oggi impiegata a scopo ornamentale e paesaggistico; a partire dal XIX secolo, grazie alla selezione realizzata dagli agricoltori, le varietà con frutti più grossi, sono state utilizzate anche per l'alimentazione. I frutti, che generalmente vengono consumati freschi, risultano caratterizzati da polpa fondente, agro-dolce, profumata e rinfrescante. Possono essere inoltre utilizzati per la produzione di prodotti trasformati quali marmellate, succhi, sciroppate, bevande alcoliche. Le foglie in diversi Paesi vengono utilizzate per curare malattie della pelle ed il diabete. Il miele di nespolo del Giappone è particolarmente apprezzato in Sicilia e ad Alicante (Spagna).

Avversità

Il nespolo del Giappone e' molto sensibile alla "ticchiolatura" e all' "antracnosi"; è attaccato dalle cocciniglie e dagli afidi.


Frutti maggiori
Agrumi
Frutti minori
Piccoli frutti
Frutti tropicali
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy