Cane da Pastore Maremmano Abruzzese
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Italia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 - cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri).

Razza utilizzata da sempre nella Maremma toscana e in Abruzzo come insuperabile guardiano dei greggi. Presente in questi luoghi fin dal tempo degli antichi romani. Si è diffuso in seguito in tutto l’entroterra con la transumanza delle greggi.

Aspetto generale

Il cane da Pastore Maremmano-Abruzzese è una razza di grande mole, con una forte costruzione di aspetto maestoso e allo stesso tempo rustico. La sua conformazione è quella di un mesomorfo.

Carattere

Il carattere di un cane che lavora con il gregge deve essere indiscutibilmente forte e generoso, ma anche riflessivi ed energici allo stesso tempo. Se non avesse queste determinate caratteristiche sarebbe inutile al gregge ed il pastore non lo impiegherebbe in questo tipo di lavoro. Il Cane da pastore Maremmano-Abruzzese possiede queste doti caratteriali. Possono nascere problemi con i soggetti nati in allevamenti in cui vengono usati esclusivamente nella riproduzione per la bellezza alla quale non corrispondono doti di temperamento.

Storia ed etimologia del cane da Pastore Maremmano-Abruzzese >>>

Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese (foto www.agraria.org)

Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese (foto www.agraria.org)

Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese Cuccioli di Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese

Standard

Altezza:
 - maschi da 65 cm a 73 cm
 - femmine  da 60 cm a 68 cm
Peso:
 - maschi da 35 a 45 kg
 - femmine da 30 a 40 kg
Tronco: la sua lunghezza è pari a 1/18 in più dell’altezza al garrese ed è molto forte nella costruzione.
Testa e muso: nell’insieme la testa è piatta e ampia e conica. Il cranio è molto largo orizzontalmente con le pareti laterali convesse con gli assi longitudinali superiori leggermente divergenti rispetto a quelli del muso. Il muso ha lunghezza inferiore di 1/10 rispetto alla testa.
Tartufo: è sulla stessa linea della canna nasale, molto grande e pigmentato di nero.
Denti: completi nello sviluppo e nel numero. Presentano una chiusura a forbice.
Collo: molto voluminoso.
Pelle: aderente al corpo in tutte le sue parti.
Arti: con appiombi corretti sia davanti che di lato. Ben proporzionati con la struttura del tronco e con buona robustezza ed ossatura.
Spalla: lunga circa 1/4 dell’altezza al garrese. La sua inclinazione deve essere di 50-60 gradi rispetto al piano orizzontale. Deve essere forte e con una eccellente muscolatura.
Muscolatura: potente e ben sviluppata in ogni parte del corpo.
Linea superiore: rettilinea verso la groppa.
Coda: attaccatura bassa e oltrepassa il garretto in lunghezza. Deve essere ben guarnita di pelo.
Proporzioni: Lunghezza della testa è uguale ai 4/10 dell’altezza; lunghezza del tronco è superiore all’altezza di 1/18; l’altezza del costato è circa metà dell’altezza al garrese.
Pelo: molto abbondante e lungo. Si tollera una lieve ondulazione. E’ lungo in tutto il corpo tranne che sul muso e sulle orecchie. Il pelo è l’aspetto che caratterizza questa razza.
Colori ammessi: solo il bianco uniforme. Tollerate alcune sfumature.
Difetti più ricorrenti: assi cranio-facciali convergenti, prognatismo, coda portata sul dorso, misure fuori standard, ambio, tartufo depigmentato, canna nasale montonina, enognatismo, mantello isabella, pelo ricciuto, sfumature nere, anurismo, monorchidismo, criptorchidismo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze italiane
Razze estere da A a B
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy