American Staffordshire Terrier
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: USA.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 3 - terriers.

L'American Staffordshire Terrier non è altro che un pitbull riconosciuto dalla F.C.I.; nel 1898 venne riconosciuto come Pit bull terrier dal U.K.C.; nel 1936 Staffordshire Terrier Club of America riuscì a far riconoscere la razza sotto il nome di Staffordshire Terrier, nome che ha avuto fino al 1974 che a sua volta diventò American Staffordshire Terrier.
Oggi questa razza è molto popolare anche in Europa.

Aspetto generale

Cane di media-piccola taglia. E’ un cane che da’ l’impressione di grande potenza e dinamicità. Razza dalla costruzione solida, molto muscoloso, ma allo stesso tempo molto agile e scattante. Elegante nel portamento e molto attento a tutto ciò che lo circonda. La sua espressione è decisa e seria. Razza ben piazzata e robusta.

Carattere

Cane che si affeziona in modo esemplare ad una persona in particolare. Questa persona rimarrà il suo unico pensiero durante tutta la sua vita.
Cane molto agile e di una rapidità di movimenti incredibile. Potente e rustico.
Cane dal coraggio proverbiale e dalle prestazioni eccezionali. Impavido cane da guardia e allo stesso tempo ottimo compagno per stare in famiglia. Non sono assolutamente vere le voci riguardanti le sue naturali note di cattiveria e di ferocia. Certo, è stato selezionato per decenni soltanto per il suo istinto combattivo, ma quest’ultimo può essere fatto riemergere solamente tramite una preparazione da parte dell’uomo.

American Staffordshire Terrier American Staffordshire Terrier (foto www.american-staffordshire-terrier.dk)

American Staffordshire Terrier American Staffordshire Terrier (foto www.american-staffordshire-terrier.dk)

Standard

Altezza:
 - maschi dai 46 ai 48 cm
 - femmine dai 43 ai 46 cm
Peso: deve essere in proporzione all’altezza.

Tronco: con dorso abbastanza corto. Con una leggera declinazione dal garrese verso la groppa. Tutte le costole sono ravvicinate tra loro.
Testa e muso: di moderata lunghezza. Il cranio deve presentarsi largo, con masseteri molto pronunciati. Lo stop è ben marcato. Il muso è di media lunghezza, è arrotondato nella sua parte superiore.
Tartufo: largo, voluminoso e decisamente di colore nero.
Denti: regolarmente allineati e completi nel numero e nello sviluppo.
Orecchie: possono essere tagliate o integre. Allo stato naturale è corto e portato a metà rosa od eretto.
Arti: sia i posteriori che gli anteriori devono essere in appiombo. L’ossatura è di buono sviluppo e rotondeggiante. Il posteriore si deve presentare flesso, ben angolato e muscoloso.
Spalla: deve essere forte e muscolosa, con scapole lunghe e ben inclinate.
Muscolatura: di eccellente sviluppo in tutte le parti del corpo.
Coda: corta in relazione alla taglia del cane. Con attaccatura bassa. Non arricciata o ricurva. Non deve essere amputata.
Pelo: di misura corta, denso e rigido. Di uguale lunghezza in tutto il corpo.
Pelle: si adatta abbastanza bene al corpo.
Colori ammessi: tutti. Tollerati ma non desiderati: il bianco puro, il nero focato e il fegato.
Difetti più ricorrenti: cane leggero, movimento scorretto, linea superiore ceduta, posteriore scorretto, mancanza di premolari, mascella deviata, monorchidismo, criptorchidismo, appiombi scorretti, coda torta, tartufo depigmentati, posteriore dritto, occhio chiaro, prognatismo, enognatismo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze italiane
Razze estere da A a B
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]