Border Terrier
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 3 - terriers.

Il Border Terrier è stato selezionato per anni e anni esclusivamente per la caccia alle lontre, ai tassi, alle volpi ed ai piccoli roditori. E’ tra i più piccoli del raggruppamento dei terriers. La sua regione di origine è il Borde, situata a nord dell’Inghilterra, ai confini con la Scozia, da cui prende il suo nome “Border”. Verso la fine del diciannovesimo secolo, questa razza veniva già accuratamente selezionata, nel Cumberland, per la caccia sotterranea. C’è chi sostiene la teoria che il Border sia il prodotto dell’incrocio di un “Bedlington terrier” e di un “Dandie Dinmont”. Questa razza fu dimenticata dagli inglesi per molti anni. E’ stato solo negli ultimi decenni che si è riscoperta e rivalutata. Il suo esordio in una esposizione canina riconosciuta fu nell’anno 1911 in Inghilterra. Il primo Club ufficiale di razza nacque nell’anno 1920. Abbastanza diffuso in Gran Bretagna e in alcune località europee.

Aspetto generale

Cane di piccola mole e taglia, mesomorfo mesocefalo. E’ classificato morfologicamente come un molosso-lupoide. E’ un canino molto simpatico nell’aspetto. Il suo corpo è tonico e forte. La sua costruzione è impeccabile e molto resistente. Abbastanza rustico e tenace.

Carattere

Questo piccolo cane è essenzialmente un terrier da lavoro, pertanto deve saper unire vivacità al coraggio. Deve inoltre poter seguire un cavallo. Eccezionale come compagno. Si affeziona in modo indiscutibile ad una persona in particolare. Molto intelligente. Si riesce a fargli capire tutto senza bisogno di insistere. Se abituato fin da cucciolo, ubbidisce a tutti i voleri del padrone e non trasgredisce quasi mai. Perfetto cane da compagnia e discreto cane da caccia, ovviamente per piccola selvaggina da terra.

Border Terrier
Border Terrier (foto www.southernborderterrierclub.co.uk)

Border Terrier Border Terrier (foto Portrait Of Kamu)

Border Terrier Border Terrier (foto www.agraria.org)

Standard

Altezza: dai 22 ai 25 cm
Peso:
 - maschi dalle 13 alle 15,5 libbre, che corrispondono circa ai 5,8-7 kg.
 - femmine dalle 11,5 alle 14 libbre, cioè circa 5-6,3 kg.
Tronco: si presenta profondo, stretto e piuttosto lungo. Le costole sono ben piazzate indietro, ma non eccessivamente cerchiate.
Testa e muso: con cranio moderatamente largo e con il muso corto e robusto.
Tartufo: abbastanza largo e di colore nero.
Denti: regolarmente allineati e completi nel numero e nello sviluppo. Chiusura a forbice; accettata anche la tenaglia.
Orecchie: piccole e di forma a “V”. Hanno uno spessore moderato e sono cadenti in avanti ai lati delle guance.
Occhi: sempre scuri e con espressione vivace.
Arti: con ossatura non troppo pesante. Sia gli anteriori che i posteriori devono essere dritti in appiombo. Il posteriore è vigoroso e forte. Giusto sviluppo muscolare.
Spalla: deve essere forte e abbastanza muscolosa.
Linea superiore: sempre diritta e solida.
Muscolatura: di buono sviluppo in tutte le parti del corpo.
Coda: moderatamente corta e abbastanza grossa alla radice. Piazzata alta e portata gaiamente. Mai ricurva sulla schiena.
Pelo: con fitto sottopelo. Deve essere duro e compatto.
Pelle: si adatta abbastanza bene al corpo. Deve essere spessa.
Colori ammessi: rosso, grano, brizzolato e tan, blu e tan.
Difetti più ricorrenti: mancanze di premolari, mascella deviata, occhio chiaro, prognatismo, enognatismo, movimento scorretto, misure fuori standard, pelo troppo lungo, colori non ammessi, tartufo depigmentato, posteriore scorretto, monorchidismo, criptorchidismo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze italiane
Razze estere da A a B
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy