Arlekinpinscher
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Germania.
Classificazione F.C.I.: RAZZA NON RICONOSCIUTA

L'Arlekinpinscher (o Harlekinpinscher) La sua origine è tedesca e del tutto analoga a quella dei “Pinscher” suoi conterranei. Per questo motivo è da considerarsi una razza molto remota. La razza oggi si può considerare del tutto scomparsa, anche se abbastanza recentemente. Ha contribuito negativamente sulla stabilità il mantello, soggetto a depigmentazione. In conseguenza al declino inarrestabile, la razza fu espulsa dall’elenco della Federazione Internazionale.

Aspetto generale

Conformazione simile a quella dei suoi parenti. Possiede una testa asciutta ed allungata. Il suo tronco è ben raccolto e molto robusto. La particolarità che lo rende unico è il suo mantello che è sempre a pelo corto, piatto, fitto, aderente e lucido, ma con colori che hanno suggerito il nome alla razza. Il suo manto è a fondo bianco o chiaro o grigio, con macchie nere o scure.

Carattere

Molto simile al carattere del “Pinscher”. Cane elegante e leggero. Possedeva gli organi sensoriali altamente sviluppati. Aveva una buona intelligenza e una spiccata attitudine all’apprendimento. La sua perseveranza era uno degli elementi fondamentali del suo temperamento. Aveva una buona resistenza alle malattie. Era una razza dotata di pregi che ne facevano un eccellente, se pure piccolo, cane da guardia. Ma non era solo un buon guardiano, infatti aveva anche un carattere piacevole da buon compagno.

 

Arlekinpinscher
Arlekinpinscher

Standard

L'ultimo standard è stato diffuso nell’anno 1981, ma poi la razza è stata eliminata dall’elenco FCI.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze italiane
Razze estere da A a B
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy