Trifoglio vescicoloso - Trifolium vesiculosum Savi
Atlante delle coltivazioni erbacee - Foraggere

Famiglia: Leguminosae
Specie: Trifolium vesiculosum Savi

Origine e diffusione

Il Trifoglio vescicoloso o Trifoglio Ruffo di Calabria è stato selezionato per la prima volta intorno agli anni ’30 nell’Italia centrale.

Trifoglio vescicoloso - Trifolium vesiculosum Savi Trifoglio vescicoloso - Trifolium vesiculosum Savi (foto http://plant-materials.nrcs.usda.gov)

Caratteri botanici

Gli americani lo chiamano arrowleaf che può essere tradotto con " foglia a forma di freccia". I fiori sono inizialmente bianchi e più tardi rosei o porpora.

Esigenze ambientali e tecnica colturale

Ben si adatta ai terreni sciolti e calcarei ma meno del trifoglio incarnato sopporta la siccità, ed inoltre non tollera i terreni pesanti poco permeabili. Si semina in autunno o alla fine dell’estate impiegando 10-15 Kg/ha di seme.

Varietà e utilizzazione

Lo sviluppo iniziale è piuttosto lento (come il trifoglio squarroso) ed esplode nella primavera avanzata con produzioni di foraggio elevate e di buona qualità. Può essere utilizzata come pascolo fin dall’inizio della primavera, oppure per pascolo e fieno o per pascolo e seme.

a cura di Francesco Sodi

Cereali
Leguminose Granella
Da tubero e orticole
Piante industriali
Foraggere
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy