Festuca dei prati - Festuca pratensis Huds
Atlante delle coltivazioni erbacee - Foraggere

Famiglia: Poaceae o Gramineae o Graminaceae
Specie: Festuca pratensis Huds
Sinonimo: Festuca elatior L.

Francese: Fétuque des prés; Inglese: Meadow fescue; Tedesco: Wiesenschwingel.

Origine e diffusione

Spontanea in Europa, la festuca dei prati (Festuca pratensis L.) è coltivata in tutto il mondo.

Festuca pratensis - Festuca pratensis HudsFestuca pratensis - Festuca pratensis Huds (foto www3.unileon.es/personal/wwdbvcac)

Caratteri botanici

Di caratteristiche simili alla Festuca arundinacea, ne differisce per la taglia più bassa 60-120 cm, l’infiorescenza più corta, le foglie più lucenti e meno rigide, le orecchiette non denticolate, i semi più piccoli (1.000 semi = 1 g).

Esigenze ambientali e tecnica colturale

Presenta caratteristiche agronomiche quasi del tutto opposte alla Festuca arundinacea, è infatti assai meno rustica, meno produttiva, meno longeva (5-8 anni), meno resistente alla siccità e, per contro, più tollerante al freddo, più rapida nell’insediamento e più appetita dal bestiame. La sua area di diffusione corrisponde essenzialmente a quella del loietto inglese (con il quale sono stati costituiti anche ibridi intergenerici) per cui la festuca dei prati è da considerarsi pianta dei climi freschi e temperati, anche di montagna.

Varietà e utilizzazione

La Festuca dei prati è adatta a consociazioni con leguminose non troppo aggressive, per prati pascoli di qualità.
Le cultivar europee attualmente disponibili sono 45 e coprono una gamma di precocità di circa due settimane e si differenziano per attitudine al pascolo e allo sfalcio. Il Registro italiano annovera due varietà di provenienza polacca, una slovena e una italiana “Full”.

a cura di Francesco Sodi

Cereali
Leguminose Granella
Da tubero e orticole
Piante industriali
Foraggere
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy