Panico vergato - Panicum virgatum L.
Atlante delle coltivazioni erbacee - Foraggere

Famiglia: Poaceae o Gramineae o Graminaceae
Specie: Panicum virgatum L.

Origine e diffusione

Il Panico vergato (o Panico verga), diffuso negli Stati Uniti (specialmente in Kansas, Texas e Oklahoma) è coltivato anche in America Latina, Africa centrale, Europa Sud-orientale e India.

Panico vergato - Panicum virgatum L. Panico vergato - Panicum virgatum L. (foto www.inhs.uiuc.edu)

Caratteri botanici

È una specie perenne rizomatosa a radici profonde e taglia alta (60-150 cm), a portamento eretto, con foglie provviste di una caratteristica ligula sfrangiata che assume l’aspetto di un ciuffo di peli cotonosi. L’infiorescenza è un pannicolo aperta.

Esigenze ambientali e tecnica colturale

Adatta a molte situazioni pedoclimatiche (anche perché si distinguono due forme, una a rizomi lunghi e a cespi aperti, frequente in terreni pesanti in aree collinari, e una a cotico più denso diffusa in suoli alluvionali sciolti), resiste bene alla siccità e anche al freddo.

Varietà e utilizzazione

Si presta sia allo sfalcio, sia al pascolamento continuo, da giugno a novembre, a condizione che non vi sia sovraccarico. Il valore nutritivo e l’appetibilità sono ottimi, diviene però poco commestibile dopo la fase della fioritura.
Prove sperimentali condotte in Italia hanno dato ottimi risultati.

a cura di Francesco Sodi

Cereali
Leguminose Granella
Da tubero e orticole
Piante industriali
Foraggere
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy