Loglio ibrido - Lolium x hybridum Hausskn
Atlante delle coltivazioni erbacee - Foraggere

Famiglia: Poaceae o Gramineae o Graminaceae
Specie: Lolium x hybridum Hausskn

Origine e diffusione

Il Loglio ibrido è stato ottenuto dall’incrocio artificiale fra Lolium multiflorum e Lolium perenne, il loglio ibrido presenta caratteristiche intermedie fra queste due specie, abbinando la maggiore produttività della prima con la maggiore durata della seconda.

Loglio ibrido - Lolium x hybridum Hausskn Loglio ibrido - Lolium x hybridum Hausskn (foto Gerald F. Guala 2005 www.herbarium.lsu.edu)

Caratteri botanici

Di taglia alta, buona qualità, durata compresa fra i 2 e i 3 anni.

Esigenze ambientali e tecnica colturale

Il loglio ibrido si presta meglio della loiessa, di cui è meno aggressivo, alla costituzione di miscugli.

Varietà e utilizzazione

Esistono varietà migliorate in Europa, Nord America e Nuova Zelanda. In Italia trovano modesto impiego le cultivar “Fleurial”, francese, e “Aberstorm”, inglese.

a cura di Francesco Sodi

Cereali
Leguminose Granella
Da tubero e orticole
Piante industriali
Foraggere
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy