Anatra muta di Barberia (Chairina moschata)
Atlante delle Anatre - Anatre domestiche

Origine, diffusione e caratteristiche economiche

L'anatra Muta di Barberia (o Muschiata) derivata dalla Chairina moschata, specie originaria dell'America del Sud e giunta in Europa già nella sua forma domestica. E' specializzata per la produzione di una carne di eccellente qualità (anche se non gode di grande reputazione per l'odore di muschio che emana dalla ghiandola dell'uropigio; questo odore è però percettibile soltanto nei soggetti di oltre un anno; la decapitazione degli animali subito dopo la morte elimina l'odore caratteristico) e del fegato che è adatto per produrre foie gras. Ha abitudini crepuscolari. Ottima volatrice. Gli anatroccoli hanno un rapido accrescimento e vengono macellati a 75-90 giorni quando i maschi hanno raggiunto un peso di 2,5-3,0 kg. Viene allevata anche a scopo ornamentale.

Caratteristiche morfologiche

Molti sono i caratteri che la differenziano dall'anatra domestica comune (derivata dal Germano reale Anas platyrhynchos):
- gote nude e caruncolose, rosse; zampe molto robuste grifagne;
- timoniere del maschio non arricciate;
- l'incubazione dura 5 settimane anziché 4;
- non sente il bisogno dell'acqua e ha attitudine spiccata per il volo;
- afona;
- carne molto pregiata e meno grassa;
- accoppiata all'anatra comune da ibridi infecondi (Mulards).
Le deposizioni annuali sono quattro alternate dalla cova (circa 100 uova all'anno, dal guscio giallo verdognolo e peso medio di 70-90 grammi).
Esistono alcune varietà, tra cui bianca e nera, bianca, bronzata e blu ardesia.

Peso medio:
- Maschio: Kg. 3,0 - 4,5
- Femmina: Kg. 2,0 - 3,5

Maschio di Anatra Muta o di Barberia domestica Accoppiamento di Anatra Muta o di Barberia domestica (foto Lanare)

Standard dell'Anatra Muta di Barbera - FIAV

I – GENERALITA’
Origine: America del Sud. Regione della Barberia, dove ancora oggi si trova allo stato selvatico.
Uovo
Peso minimo g. 70
Colore del guscio: bianco giallastro.
Anello
MASCHIO : 22
FEMMINA : 18

II – TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER LA SELEZIONE
Anatra con portamento orizzontale, tronco allungato a forma di battello, assenza di chiglia, coda lunga, priva di riccioli e faccia caratterizzata dalle caruncole molto sviluppate. E' la più grande anatra domestica e il maschio è molto più voluminoso e pesante della femmina. L'attitudine al volo è ancora molto sviluppata e in entrambi i sessi è quasi completamente assente la voce. La femmina è un'ottima covatrice. Mantenere la forma tipica.

III – STANDARD
Aspetto generale e caratteristiche della razza
1- FORMA
Tronco: Molto allungato, largo ma poco profondo, senza chiglia.
Testa: Molto grande, con cranio bombato e fronte piatta e larga. Penne della testa allungabili ed erettili.
Becco: Mediamente lungo, leggermente concavo, diventa più sottile verso la punta, unghiata incurvata come un uncino. Protuberanza molto sviluppata nel maschio.
Occhi: Situati al centro della testa, abbastanza grandi, con caruncola oculare rosso nerastra.
Faccia: Guance non impiumate, da rosse a nere, caruncolose ma senza eccesso, con la pelle che congloba l’occhio; la gola è impiumata.
Caruncole: Sottili, piatte, rosso nere, maggiormente sviluppate nel maschio rispetto alla femmina, specialmente nei soggetti adulti; sono indesiderate sulla nuca.
Collo: Mediamente lungo, molto forte, a forma di "S", portato leggermente indietro.
Spalle: Molto larghe, arrotondate.
Dorso: Molto lungo, largo, leggermente bombato e arrotondato, si restringe verso la coda, portato orizzontale.
Ali: Molto lunghe, grandi, larghe, aderenti e portate alte.
Coda: Lunga, larga, a forma di tegola, arrotondata all'estremità.
Petto: Molto largo, pieno, rotondo, senza chiglia, portato mediamente alto ma senza eccessi.
Zampe: Gambe mediamente lunghe, molto forti, nascoste nel piumaggio; tarsi di lunghezza media, dita solide, unghie potenti, e curvate.
Muscolatura: Ben sviluppata con carne abbondante.
Pigmentazione: Accentuata.
Pelle: Elastica e bianca.
Ventre: Largo e piatto.
2 – PESI
MASCHIO : Kg. 3,0 - 4,5
FEMMINA : Kg. 2,0 - 3,5
Difetti gravi:
Assenza di caruncole o sviluppo eccessivo.
Maschio: peso inferiore a kg. 2,5
Femmina: peso inferiore a kg. 1,5
3 – PIUMAGGIO
Conformazione: Struttura mediamente lunga, aderente, abbastanza rigido, piumino corto e denso, con piumaggio della criniera eretti le in stato di eccitazione, remiganti secondarie molto larghe, remiganti primarie e timoniere lunghe e dure, assenza di riccioli sulla coda del maschio.

IV – COLORAZIONI

SELVATICA
MASCHIO E FEMMINA
Colore fondamentale nero con riflessi verde metallico. Questo colore è accentuato sul dorso e diventa blu acciaio sulle remiganti. Il petto, il ventre, le cosce e le gambe sono di una colorazione nero opaco con riflessi bruno porpora; le grandi copritrici delle ali sono quasi completamente bianche. Sono tollerate tracce di bianco sulla testa e sul collo, ma solo nei soggetti adulti. Piumino grigio nero.

SELVATICA BLU
MASCHIO E FEMMINA
E' identica alla colorazione selvatica. Il nero è sostituito dal blu grigio uniforme.

BIANCA
MASCHIO E FEMMINA
Il colore, il disegno e il piumino sono bianco puro.

GRIGIO PERLA
MASCHIO E FEMMINA
Il piumaggio è interamente blu brillante, piumino grigio blu.

BIANCA PEZZATA BLU
MASCHIO E FEMMINA
Colore di fondo bianco puro. Campi di colore blu ben delimitato sono richiesti sulla testa, spalle, fianchi e coda. Nella testa la calotta, nero blu, inizia alla radice del becco e prosegue, al di sopra della faccia nuda, fino alla fine della nuca, non troppo in giù sul collo. Una striscia bianca fra la faccia e la calotta non è da considerarsi difetto. Il disegno sul dorso, a forma di cuore, e sul sopracoda forma delle zone di colore senza macchie bianche. Il disegno dei fianchi comincia al di sopra o dietro le zampe e va con un'ampiezza variabile fino al disegno del dorso. Sottocoda preferibilmente bianco puro. Faccia rossa, macchie bianche ammesse che possono espandersi con l'età. Occhi, becco e tarsi si orientano secondo quanto richiesto nella colorazione selvatica blu.

BIANCA PEZZATA NERA
MASCHIO E FEMMINA
Colore di fondo bianco puro. Campi di colore nero ben delimitato sono richiesti sulla testa, spalle, fianchi e coda. Nella testa la calotta, nera, inizia alla radice del becco e prosegue, al di sopra della faccia nuda, fino alla fine della nuca, non troppo in giù sul collo. Una striscia bianca fra la faccia e la calotta non è da considerarsi difetto. Il disegno sul dorso, a forma di cuore, e sul sopracoda forma delle zone di colore senza macchie bianche. Il disegno dei fianchi comincia al di sopra o dietro le zampe e va con un'ampiezza variabile fino al disegno del dorso. Sottocoda preferibilmente bianco puro. Faccia rossa, macchie bianche ammesse che possono espandersi con l'età. Occhi, becco e tarsi si orientano secondo quanto richiesto nella colorazione selvatica.

SELVATICA BRUNA
MASCHIO E FEMMINA
Colore di fondo bruno intenso, il più uniforme possibile, con riflessi rame lucenti. Le grandi copritrici delle ali sono, nella maggior parte, bianche ed aumentano con l'età del soggetto, Nei soggetti giovani invece solo poche penne bianche sono visibili. Un po' di bianco nella testa e nella parte superiore del collo è ammesso negli animali adulti. Faccia: preferibilmente rossa; parti nere, che possono aumentare con l'età, ammesse. Occhi: bruno chiaro. Becco: da color carne a rosso; unghiata nera. Tarsi e dita: bruno scuro con macchie più chiare.

Selvatiche Ornamentali
Anatre Domestiche
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy