Diamante Guttato - Stragonopleura guttata
Atlante degli Uccelli da gabbia - Esotici

Classificazione sistematica e informazioni generali

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Estrildidi
Genere: Stragonopleura
Specie: S. guttata

Fa parte del gruppo dei Diamanti australiani, più precisamente è originario del sud-est dell'Australia. Vive nei pressi di zone coltivate e grandi giardini. Il suo Habitat naturale sono le boscaglie secche e non troppo fitte. Questo uccellino è facilmente reperibile in commercio, soprattutto nei grandi mercati delle fiere ornitologiche. Prima degli anni 'Settanta i soggetti in commercio erano quasi tutti di cattura e venivano importati in Europa dall'Oceania, ma poi con la chiusura delle frontiere all'esportazione delle specie autoctone da parte del governo australiano, il commercio di questi uccelli, si è limitato a quelli nati in cattività. Oggi tutti i Diamanti Guttati in commercio sono nati in allevamento.

Diamante Guttato Diamante Guttato - Stragonopleura guttata (foto http://marioabbatelli.blogspot.it)

Diamante Guttato Diamante Guttato - Stragonopleura guttata

Caratteristiche

Forse il più elegante e affascinante estrildide che esista. E' una specie molto robusta. La sua taglia si aggira intorno ai 12 cm. La sua livrea è di una bellezza assoluta, con la sua testa color grigio argento, con la tipica banca oculare nera e con la gola tutta bianca. Il dorso è di colore grigio-brunastro, ali brune. Il petto è caratterizzato da una larga banda nera orizzontale. I fianchi sono di colore nero con grossi punti bianchi. I suoi occhi sono di colore scuso, con contorno di colore rosso. Le zampe sono carnicine. Il suo becco robusto è di colore rosso. In questa specie il dimorfismo sessuale è praticamente assente. Un allevatore con l'occhio allenato e con esperienza, può distinguere i due sessi dalla taglia, in quanto il maschio è lievemente più grosso della femmina.

Allevamento

Quasi tutti gli allevatori di questa specie fanno uso di balie per covare le uova deposte dal D. Guttato. Difficile trovare soggetti di questa specie che covano e portano avanti la nidiata. Talvolta si rivelano molto aggressivi tra di loro durante le cove. Se si ha la fortuna di incappare in una coppia con attitudine alla cova, allora questa deve essere tenuta in considerazione, in quanto questo istinto è quasi scomparso. La gabbia non deve essere troppo piccola. Come alimentazione si usa il normale misto da esotici. Verdura e una spicchio di mela ogni tanto sono molto graditi. L'osso di seppia non deve mai mancare nella gabbia. Il pastoncino con semi germinati e tarme della farina o uova di formica sono indispensabili per nitrire i pulli nella stagione riproduttiva.
I maestri dell'ibridazione considerano il D. Guttato una sfida, in quanto non è per niente semplice farlo accoppiare con specie diverse. Le ibridazioni più fattibili sono quelle con il “Diamante Mandarino” e con il “Cappuccino Tricolore”. Siccome i D. Guttati utilizzano il nido a cassetta come riparo per la notte anche lontani dalla stagione riproduttiva, è buona norma lasciarlo sempre a loro disposizione. Nel locale di allevamento la temperatura non deve mai scendere al di sotto dei 10-15 gradi. Molto sensibili anche all'umidità eccessiva, pertanto il locale deve essere ben riparato dalle intemperie. Nell'ambito delle mostre ornitologiche è tra gli esotici più apprezzati.

Scheda realizzata da Federico Vinattieri http://ornitologia.difossombrone.it

Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy