Rafano o Cren - Armoracia rusticana Gaert., Mey et Sch.
Atlante delle coltivazioni erbacee - Piante aromatiche

Famiglia: Cruciferae
Specie: Armoracia rusticana Gaert., Mey et Sch.
Nomi comuni: Rafano, Cren, Barbaforte

Generalità

Il Rafano o Cren (o Barbaforte) è una piante arbacea perenne di cui si utilizza la radice fresca per la preparazione di salse. Specie originaria dell'Europa orientale, in Italia è a volte coltivata (specie in Trentino-Alto Adige) e talvolta inselvatichita nei luoghi umidi, vicino alle case e agli orti.

Fiori e radice di Rafano o Cren - Armoracia rusticana Fiori e radice di Rafano o Cren - Armoracia rusticana (foto Jan Wesenberg www.nhm.uio.no)

Caratteri botanici

E' una pianta crucifera rizomatosa, alta fino a 80 cm circa. Presenta foglie ovato-oblunghe con margine crenato-seghettato. I fiori sono bianchi, riuniti in grandi racemi e con una corolla formata da quattro petali.

Coltivazione

Si moltiplica facilmente per divisione dei cespi, mettendo a dimora parti di radici rizomatose sulle quali siano presenti alcune gemme. Ama i luoghi freschi e semiombrosi, ma, se ben annaffiata, può crescere anche in pieno sole.

Raccolta e conservazione

Le radici devono essere raccolte dopo il secondo anno di coltivazione e subito utilizzate perchè perdono rapidamente freschezza e turgore. Se non vengono consumate subito possono essere grattuggiate fresche e impiegate nella preparazione di una salsa piccante, da conservare in frigorifero.

Uso in cucina e proprietà terapeutiche

La radice di rafano è utilizzata per la preparazione di una salsa adatta a condire carni bollite, pesce e verdure. Molto apprezzata la salsa al cren in accompagnamento a roast-beef e pesci affumicati.
Le giovani foglie fresche sono ottime in insalata.

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]