Issopo - Hyssopus officinalis L.
Atlante delle coltivazioni erbacee - Piante aromatiche

Famiglia: Labiatae
Specie: Hyssopus officinalis L.

Generalità

Pianta erbacea perenne originaria dell'Europa del sud e dell'Asia occidentale. L'issopo, spontaneo in molte zone montane dell'Italia settentrionale, compare a volte anche in pianura nel resto dell'Italia. L'issopo è coltivato fin dai tempi più remoti.

Issopo Issopo (foto www.atlas-roslin.pl)

Foglie di Issopo Foglie di Issopo (foto www.agraria.org)

Caratteri botanici

Presenta fusti eretti o ascendenti, ramificati e legnosi alla base, alti fino a 50 cm. Le foglie aromatiche dell'Hyssopus officinalis, da cui viene estratto un olio usato dall'industria profumiera e dalle distillerie, sono strette e lunghe da pochi millimetri a oltre due centimetri, appuntite, lineari o lanceolate, lievemente pelose, di un bel verde intenso. I piccoli fiori, riuniti in gruppi ascellari e formanti una spiga apicale, possono essere di colore azzurro intenso o, meno più raramente, bianco e rosa.

Coltivazione

La moltiplicazione avviene per divisione dei cespi, da effettuare in primavera avanzata, o all'inizio dell'autunno. Può essere riprodotto anche per semina, in marzo-aprile, su substrato calcareo e leggero. Pianta robusta, non richiede cure particolari
Per quanto riguarda il terreno non è particolarmente esigente, ma predilige terreni sassosi, piuttosto aridi e ben esposti. L'issopo può venir coltivato con successo anche in vaso.

Raccolta e conservazione

I fiori vanno raccolti appena iniziano a schiudersi; le foglie, secondo necessità, in ogni periodo dell'anno. Foglie ed infiorescenze si conservano dopo averle essiccate e sono ottime componenti dei pot-pourri.

Uso in cucina e proprietà terapeutiche

I fiori e le foglie più tenere si possono aggiungere nelle insalate, minestre, ragù e arrosti. Le sommità fiorite si usano in alcune salse e zuppe, sono inoltre un ingrediente dei liquori d'erbe.
proprietà terapeutiche: espettoranti, digestive.

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]