Sternbergia - Sternbergia lutea L.
Atlante dei fiori - Bulbose, Rizomatose, Tuberose

Classificazione, provenienza e descrizione

Famiglia: Amaryllidaceae
Genere: Sternbergia
Specie: S. lutea L.
Nome comune: Sternbergia

Tipologia: Perenni, Bulbose
Propagazione: divisione

Etimologia: il nome è stato assegnato al genere per commemorare il conte Moritz von Sternberg, botanico di Praga vissuto nel '700.

Il genere conta quattro specie diffuse nella fascia mediterranea dell'Europa e dell'Asia. Ha fiori simili a quelli del Crocus ed adatta ad inselvatichire nei prati.

Sternbergia lutea Sternbergia lutea L. (foto www.pacificbulbsociety.org)

Sternbergia lutea Sternbergia lutea L.

Come si coltiva

La coltivazione è facile: ama terreni piuttosto umidi, in ombra completa o parziale. I bulbi vanno messi nel terreno e rimossi solo se si desidera dividerli, in estate quando sono a riposo. Anche l'impianto va fatto nel periodo estivo.

Specie e varietà

- Sternbergia lutea L.: è diffusa nel bacino del Mediterraneo e nell'Asia occidentale. In Italia si trova in Liguria, Toscana e nel centro-sud, isole comprese. I fiori sono di colore giallo vivo e di forma simile a quella dei Crocus e compaiono in autunno, mentre le foglie, sottili, lucide e di colore verde scuro, spuntano in primavera. Si presta ad essere messa a dimora ai piedi di grandi alberi.

Malattie, parassiti e avversità

Sono piante rustiche che non presentano particolari problemi di malattie e parassiti.

Bulbose
Rizomatose
Tuberose
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy