Muscari - Muscari spp.
Atlante dei fiori - Bulbose, Rizomatose, Tuberose

Classificazione, provenienza e descrizione

Famiglia: Liliaceae
Genere: Muscari
Nome comune: Muscari, Pan di cucco, Muschino, Pentolino

Tipologia: Perenni, Bulbose
Propagazione: divisione, seme

Etimologia: il nome del genere deriva dal latino muscus = muschio, è riferito al profumo di muschio emanato da alcune specie.

Piante bulbose originarie dell'Europa, delle regioni mediterranee e dell'Asia Minore. Molte specie sono presenti in Italia allo stato spontaneo. Sono piante molto rustiche, ottime da naturalizzare nei prati, ai piedi di alberi e arbusti. Una volta messi nel terreno, si diffondono da soli.

Bulbi di Muscari armeniacum Bulbi di Muscari armeniacum L. (foto www.pacificbulbsociety.org)

Come si coltiva

La coltivazione dei Muscari è molto facile: si mettono i piccoli bulbi in terra in autunno e non si toccano più. Si levano dal terreno solo qualora si vogliano moltiplicare, per procedere alla divisione, operazione che si fa quando le piante sono in riposo vegetativo. Alcune specie però hanno i bulbi non proliferi, come per esempio il botryoides con eccezione di qualcuna delle sue varietà diffuse allo stato spontaneo in Italia. Si possono propagare anche seminando in primavera, all'aperto: ma alcune specie hanno i fiori sterili, che quindi non producono semi (il M. commutatum).

Muscari Muscari armeniacum (foto www.agraria.org)

Muscari botryoides Muscari botryoides Mill. (foto Algirdas)

Muscari moschatum Muscari moschatum Willd. (foto Biopix: JC Schou)

Specie e varietà

- Muscari racemosum L.: specie originaria dell'Europa, è comune in Italia nei luoghi erbosi. Alta meno di 20 cm, è una specie vigorosa che si propaga radipamente. Ha fiori piccoli, leggermente profumati, blu scuro, macchiati di bianco all'apice dei petali: il perigonio è ovoide a fauce poco aperta. La fioritura è molto precoce (da fine febbraio). Le foglie, strettamente scanalate, sono larghe 0,2-0,3 cm.
- Muscari botryoides Mill.: specie originaria dell'Europa, è indigeno in Italia. Il tipo è a bulbo non prolifero. Le foglie sono spatolato-lineari, più corte dello stelo fiorale, in numero di 2-3; i fiori sono globosi, raramente bianchi. Nei giardini oggi, più della specie tipica, si coltivano ibridi orticoli a fiori più grandi. Fiorisce in febbraio-marzo.
- Muscari armeniacum L.: specie originaria dell'Asia Minore. Alta 20 cm, ha dato origine a molti ibridi orticoli. Ha racemi densi di fiori, di colore azzurro scuro macchiato di bianco all'apice dei petali. Fiorisce in aprile. Si propaga facilmente attraverso la moltiplicazione dei bulbi.
- Muscari moschatum Willd.: specie originaria dell'Asia Minore, spontanea in Italia e inselvatichita qua e là. E' chiamato anche Giacinto muschiato o Muschino. Le foglie sono lineari, scanalate, larghe 1,2-2 cm. I fiori sono gialli tendenti al verde, odorosi di muschio, raccolti in racemi, con perigonio tubolare che si apre a stella all'apice. La pianta è alta 10-20 cm. La fioritura è in marzo-aprile.

Malattie, parassiti e avversità

Non vengono colpite da parassiti e malattie particolari. Da evitare l'eccesso di umidità che può portare alla formazione di muffe e marciumi radicali.

Bulbose
Rizomatose
Tuberose
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy