Carciofo nero del Salento
Atlante degli Ortaggi antichi - Varietà della Puglia

Zona di produzione e cenni storici

Regione: Puglia
Zona di produzione: Lecce e provincia.

Carciofo nero del Salento Carciofo nero del Salento (foto https://biodiversitapuglia.it)

Il 'Carciofo nero del Salento' può prendere il nome dalle diverse località in cui è diffuso (ad es. ‘Nero di San Foca’, ‘Nero di Castrignano’, ecc.).

Caratteristiche

È un carciofo dalle forme molto particolari, infatti le brattee (foglie trasformate) che compongono il capolino sono estroflesse, cioè rivolte verso l’esterno, anche a maturità commerciale, e gli conferiscono un insolito e grazioso aspetto di fiore. L’abbondanza di pigmenti antocianici attribuisce a questo carciofo una intensa colorazione viola scuro.
Dimensioni: pianta alta (circa 120 cm con capolino principale), con un diametro di circa 1,5 m ed elevata attitudine pollonifera.

Carciofo nero del Salento Carciofo nero del Salento (foto www.salentokm0.com)

Tecnica di coltivazione

Produzione:
- epoca di semina: trapianto dei carducci a settembre;
- epoca di raccolta: da aprile a maggio;
- durata del ciclo produttivo: mediamente 90 giorni.

Produzione

Caratteri del capolino:
- peso (con 5 cm di stelo): circa 130-150 g
- forma: particolare: le brattee esterne estroflesse, conferiscono al capolino l’aspetto di fiore o di un calice
- lunghezza: cm 8,5
- diametro: cm 7,5
- compattezza: media
- colore brattee esterne: viola scuro
- colore brattee interne: bianco-verdastro con lievi sfumature violette
- apice: rientrante con spina piccola

Questa varietà si adatta molto bene per la preparazione dei carciofi ripieni.

Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia-Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Lombardia
Marche
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Veneto
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Elicicoltura Orto biologico
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy