Pino di Monterey - Pinus radiata D. Don
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Gymnospermae
Classe: Coniferae
Famiglia: Pinaceae

Albero originario delle coste della California, a sud di San Francisco (Baia di Monterey). Introdotto in Europa a metà dell'Ottocento, si coltiva nei parchi e giardini delle zone miti. E' impiegato nei rimboschimenti delle zone calde dell'Europa Occidentale.

Pino di Monterey Pino di Monterey - Pinus radiata D. Don (foto www.floralimages.co.uk)

Caratteristiche generali

Dimensione e portamento
Albero sempreverde, maestoso ed elegante, alto fino a 25-30 metri,  si contraddistingue per il suo portamento piramidale; chioma densa e irregolare.
Tronco e corteccia
Tronco inizialmente diritto, poi più o meno contorto o obliquo, con scorza spessa e di colore grigio, profondamente fessurata e a placche grosse longitudinali.
Foglie
Aghi in fascetti di tre, rigidi e pungenti, lunghi 10-20 cm,  di colore verde-brillante.
Strutture riproduttive
Coni maschili oblunghi alla base dei giovani germogli; quelli femminili globosi, poi ovoidali, asimmetrici.
Pigne con breve peduncolo, lunghe 8-15 cm, in gruppi di 1-3, ovato-coniche e appuntite; resinose, di colore bruno lucido e restano chiuse sull’albero per alcuni anni.

Usi

Grazie alla sua crescita rapida è stato impiegato nei rimboschimenti lungo le coste (spesso a sproposito), senza ottenere grandi risultati, se si escludono le coste sarde.

Conifere
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy