Landrace
Atlante delle razze suine - Razze suine migliorate

Origine, diffusione e caratteristiche produttive

Razza originaria della Danimarca, dove è stata creata verso la fine dell'Ottocento e i primi del Novecento incrociando scrofe locali (di origine antica, forse celtica) con verri Large White importati dall'Inghilterra e praticando una rigorosa selezione (durata oltre mezzo secolo) al fine di ottenere un "tipo da bacon".
La razza si è diffusa in molti Paesi dove, selezionata con differenti criteri, ha costituito diversi "ceppi" (olandese, francese, tedesco, inglese, belga e italiano).
La Landrace Danese (Danish Landrace) attuale è tra le razze più selezionate e più stimate al mondo, grazie anche all'organizzazione perfettamente efficiente delle Stazioni sperimentali danesi per il pig progeny testing nonché per la severità con la quale viene regolata l'iscrizione al National Pig Book. L'attenta selezione e le buone cure di mantenimento permettono di ottenere, in genere, due parti all'anno. il peso vivo medio dei suinetti alla nascita è di kg 1,3-1,5. Le scrofe presentano buone attitudini materne. Il peso vivo dei suinetti allo svezzamento è di kg 15-17. Con un'alimentazione razionale, a sei mesi di età raggiungono, nei baconers, i kg 90.
Il suino Landrace in parte viene allevato in purezza, ma lo scopo prevalente del suo allevamento è quello di ottenere scrofe meticce con la razza Large White, in modo da sfruttare l'eterosi derivante dell'incrocio di prima generazione, soprattutto nei riguardi delle caratteristiche materne, dello sviluppo del prosciutto, della lunghezza dei lombi e del modesto spessore del lardo.
In Italia sono allevati due "tipi" di Landrace: il Landrace italiano e il Landrace belga per i quali esistono due differenti Libri Genealogici. Il Landrace italiano è longilineo, armonico, di buona taglia, con scheletro solido ma non troppo pesante. Il Landrace belga è di media taglia, carnoso, con scheletro leggero ma solido e con prosciutti globosi.
Oggi è una delle migliori razze in assoluto. Per produttività è comparabile alla Large White, dalla quale si distingue per la maggiore lunghezza (vertebre dorsali soprannumerarie 15/16 anziché 13). Alta resa al macello, ottima sia per la produzione di suino pesante che per la produzione di carne magra da destinare al consumo diretto. Buona prolificità, con 11 suinetti nati per nidiata e circa 2 parti all'anno, ed elevata attitudine materna.
Per l'ingrasso la Landrace è allevata incrociata con la Large White (scrofa Large White e verro Landrace) e come tale popola la stragrande maggioranza degli allevamenti intensivi del Nord Italia per la produzione del suino pesante.
E' la seconda razza per consistenza nel nostro Paese, dopo la Large White italiana, con un numero molto elevato di soggetti allevati.

Caratteristiche morfologiche

Buona taglia, tronco molto allungato. Petto, groppa e natiche ben muscolosi. Testa con profilo fronto-nasale rettilineo o a concavità appena accennata, con orecchie relativamente lunghe, portate in avanti e ricadenti. Collo sottile e relativamente allungato.
Mantello bianco con cute rosea.

Scrofa di razza Landrace Scrofa e verro di razza Landrace

Verro Landrace Belga Verro Landrace Belga (foto fonte ANAS)

Dal 13 marzo 1972, la sezione del Libro Genealocico in Italia della razza Landrace è stata suddivisa in due sottosezioni:
- Landrace italiana;
- Landrace belga.
Ai fini selettivi non è ammesso l'incrocio di soggetti iscritti nelle due sottosezioni.

Landrace italiana - Caratteri morfologici

L'Associazione Nazionale Allevatori Suini (ANAS) gestisce il libro genealogico della razza Landrace italiana.
- Tipo: longilineo, armonico, di buona taglia, magro, robusto, scheletro solido ma non troppo pesante.
- Mantello e Pigmentazione: setole bianche; cute depigmentata (rosea); è tollerata la presenza di qualche piccola macchia nera e ardesia nettamente delimitata.
- Testa: leggera, fine, di media lunghezza, con profilo fronto-nasale e concavità appena accennata o rettilineo; grugno ben sviluppato; mascelle forti e nette; guance leggere; orecchie relativamente lunghe, leggere, dirette in avanti ed in basso.
- Collo: sottile e relativamente allungato, armonicamente collegato con la testa ed il tronco.
- Tronco: molto allungato, ben marcato; sviluppo longitudinale della regione lombare; spalle leggere e ben fasciate; petto muscoloso; dorso e lombi molto lunghi e muscolosi, di lunghezza uniforme o leggermente e gradualmente crescente in senso cranio-caudale, formanti una linea pressoché diritta ed orizzontale che si raccorda armonicamente con le regioni del garrese e della groppa; groppa larga, lunga e muscolosa che si collega con le natiche mediante una curva regolare molto accentuata; coda attaccata alta nel punto di passaggio tra groppa e natiche; costato e fianco depressi lateralmente e ben modellati; ventre sostenuto formante con lo sterno una linea diritta; prosciutto quale risulta dalla descrizione della groppa e della natica e quindi, nel complesso, molto sviluppato in senso antero-posteriore, spesso e ben muscoloso, molto disceso.
- Arti: di media lunghezza con articolazioni nette, robuste ed in perfetto appiombo; pastorali di media lunghezza e piedi solidi con unghielli larghi, corti, ben serrati ed uniformi.
- Andatura: agile e decisa con una certa scioltezza di movimenti nel treno posteriore.

Landrace belga - Caratteri morfologici

L'Associazione Nazionale Allevatori Suini (ANAS) gestisce il libro genealogico della razza Landrace belga.
- Tipo: di taglia media, carnoso, scheletro leggero ma solido.
- Mantello e Pigmentazione: setole bianche che ricoprono regolarmente il corpo; cute depigmentata (rosea), liscia e senza pieghe; è tollerata la presenza di qualche piccola macchia cutanea nera e ardesia nettamente delimitata.
- Testa: leggera, fine, di media lunghezza, asciutta, sufficientemente larga con profilo fronto-nasale rettilineo; orecchie leggermente pendenti, dirette in avanti di media lunghezza, leggere.
- Collo: mediamente lungo, magro, armonicamente collegato con la testa ed il tronco.
- Tronco: allungato; spalle larghe, bene in carne e sode; garrese piatto e mediamente largo; petto largo, muscoloso e mediamente profondo; dorso e lombi sufficientemente lunghi, larghi, molto carnosi, orizzontale che si raccorda armonicamente con le regioni del garrese e della groppa; groppa larga, lunga, piana, muscolosa leggermente inclinata, che si collega con le natiche regolarmente; coda attaccata bassa; costato e fianchi depressi lateralmente, ben modellati e pieni; ventre mediamente pieno, sostenuto e formante con lo sterno una linea diritta; prosciutto quale risulta dalla descrizione della groppa e della natica e quindi, nel complesso, molto sviluppato in senso antero-posteriore, spesso, globoso, molto muscoloso e magro, molto disceso.
- Arti: di media lunghezza, diritti, con articolazioni nette, sufficientemente robusti ed in perfetto appiombo; pastorali di media lunghezza e piedi sufficientemente solidi con unghielli larghi, corti, ben serrati ed uniformi.
- Andatura: agile e sicura.

Verro Landrace Belga Verro di razza Landrace italiana (foto www.agraria.org)

Razze italiane
Razze estere
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy