Colombo Romano
Atlante delle razze di Colombi o Piccioni

Origine e caratteristiche economiche

Razza italiana di dimensioni superiori a quelle di tutti gli altri colombi. Il suo progenitore, il Colombo di Campania, era già  presente ai tempi dell'Impero Romano. Varrone, Columella e Plinio ci danno notizie di questi colombi ed accennano alle “pazzie” che i romani commettevano per allevarli nelle loro ville e nei loro palazzi.
Di carattere battagliero e poco socievole, ha volo pesante.

Caratteristiche morfologiche

Peso medio:
- femmina 0,9 kg
- maschio fino a 1,3 kg.
Lunghezza, dalla punta del becco all'estremità della coda, circa 55 cm. Apertura alare di 110-120 cm. Il corpo è orizzontale, la coda lunga. Testa forte, larga e convessa. Becco grosso, un po' arcuato, con caruncole nasali abbastanza sviluppate, bianche e lisce. L'iride deve essere assolutamente bianca, con caruncole oculari abbastanza pronunciate. Collo corto e grosso. Cosce coperte dalle penne del petto. Tarsi nudi e di color rosso carminio.
Mantelli: blu con verghe nere, bruno con verghe (lattato), più raramente rosso, giallo, nero, pietra scura, bianco, magnano.

 

Colombo Romano
Romano bruno con verghe (lattato)

Razze italiane
Colombi sportivi
Colombi di forma
Colombi caruncolati
Colombi gallina
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy