Riserva Naturale Oasi WWF Le Bine - Lombardia
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale Orientata; istituita con istituita con delibera del Consiglio regionale n. 759 del 1.10.1987; ricompresa nel Parco Naturale Oglio Sud; Oasi WWF Italia dal 1974.
Regione: Lombardia
Province: Cremona, Mantova

La Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Le Bine interessa un'area di ettari 96,7712 di cui 20,4619 di riserva naturale e 65,9562 ettari di area di rispetto. Si trova nella parte sudorientale della pianura lombarda, tra le province di Mantova e Cremona, nei territori comunali di Acquanegra sul Chiese (MN) e Calvatone (CR).

Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Le Bine Riserva Naturale Regionale Oasi WWF Le Bine (foto www.lebine.it)

Descrizione

L'area occupata dalla Riserva Le Bine nasce dall'isolamento di un meandro del fiume Oglio in seguito al cambiamento del corso del fiume. Il nome prende spunto dalla caratteristica cascina che in lombardo viene chiamata "bina" cioè "riparo, palafitta e chiusa".
L'area si compone di un ramo abbandonato del corso centrale ed è alimentata da alcune risorgive sotterranee, oltre ad avere un collegamento diretto con il fiume. Intorno si distribuiscono ampi territori produttivi a coltivi o ad arboreti. La parte più importante è ovviamente quella palustre che si estende a forma di ferro di cavallo ed è costituita da un vasto canneto attraversato da un canale che si allarga in alcuni punti fino a formare ampi slarghi molto frequentati dagli uccelli acquatici. La Riserva delle Bine è ricchissima di animali. A cominciare dagli invertebrati: molluschi, insetti, crostacei e vermi. Tra i più vistosi, spiccano le libellule. Ancora in fase di studio la fauna ittica, che è comunque presente con il luccio, la carpa, la tinca, l'alborella, il cobite comune, il pesce gatto e il persico sole. Numerose e importanti le specie di rettili e anfibi: in particolare, va ricordata la presenza della rana di Lataste, specie esclusiva della Pianura Padana e di pochi altri luoghi, simbolo della riserva. Poi gli uccelli, sempre protagonisti, soprattutto durante le stagioni fredde: anatre, limicoli, aironi, rapaci, passeriformi. Un mondo straordinario che si può facilmente ammirare. Infine i mammiferi, tra cui spiccano specie interessanti come il piccolo mustiolo e il tasso.
L'oasi è attrezzata con un sentiero natura, un centro visite e un agriturismo.

Informazioni per la visita

Gestione:
Consorzio Parco Naturale Oglio Sud
c/o Municipio
26030 Calvatone (CR)
Tel. 0375 97254
Sito web: www.lebine.it

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Altre aree protette
Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy