Riserva Naturale Regionale Boschi del Giovetto di Paline - Lombardia
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale Parziale Biogenetica; istituita con L.R. 30/11/83 n. 86.
Regione: Lombardia
Province: Bergamo, Brescia

La Riserva Naturale Regionale Boschi del Giovetto di Paline interessa un'area di circa 675 ettari, occupati da bosco montano e praterie alpine, nei comuni di Azzone (BG) e Borno (BS), in Val di Scalve.

Riserva Boschi del Giovetto di Paline Capanna e formicaio nella Riserva Boschi del Giovetto di Paline (foto www.invallecamonica.it)

Descrizione

La riserva si estende su un’ampia porzione di territorio montano posta a cavallo del costone che con direzione E/W scende dalla corna di S. Fermo (2329 m) fino ai 1273 m del passo del Giovetto. costone è la linea naturale di confine fra la provincia di Bergamo e la provincia di Brescia e tra il territorio comunale di Borno e quello di Azzone. Il versante bresciano è esposto prevalentemente a sud (versante solivo), con quote comprese fra i 1100 m e i 1950 m, mentre il versante bergamasco è volto ad N/NW (versante vago) con quote comprese fra i 1000 m e i 1950 m. Il faggio è la pianta più diffusa alle quote inferiori, mentre salendo dominano gli abeti e infine il larice. Questi boschi ospitano numerose popolazioni di formiche, soprattutto Formica lugubris, che si sono dimostrate efficacissime contro le infestazioni di processionaria. Intorno ai nidi (che possono ospitare fino a 500.000 individui), le formiche puliscono e vivificano il terreno fino a un raggio di 100 metri. Quattro itinerari attrezzati consentono di esplorare in tranquillità le attrattive della Riserva con particolare riguardo al paesaggio forestale, alla cura dei boschi, alle vecchie carbonaie.
Dal punto di vista geologico, la litologia predominante della Riserva naturale è costituita da formazioni triassiche rappresentate da argilliti scheggiose e, subordinatamente, da sequenze calcareo marnose ben stratificate. Sono anche presenti arenane, siltiti e calcari massicci.
Alla litologia del substrato roccioso, Si accompagnano estesi e spesso potenti, depositi superficiali di varia natura, glaciali e fluvio-glaciali, nonchè depositi di versante.

Informazioni per la visita

Come si arriva:
- In auto: percorrendo la Statale 42 fra Darfo e Breno, si imbocca l’uscita Cividate Camuno, dirigendosi verso Breno. Dopo 1,5 km si svolta al bivio per Borno, proseguendo per 10 km. Oltrepassato l’abitato di Borno si prosegue per circa 6 Km in direzione Paline – Parco del Giovetto.

Gestione:
Azienda Regionale Foreste
Direzione della Riserva Naturale Boschi del Giovetto di Palline
Piazza Tassara
25043 Breno (BS)
Tel. 02 67404347

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Altre aree protette
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy