Lucherino Ventre giallo - Carduelis xanthogastra Du Bus, 1855
Atlante degli Uccelli da gabbia - Esotici

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Fringillidi
Genere: Carduelis
Specie: C. xanthogastra
Sinonimo: Spinus xanthogaster

Piccolo uccellino originario dell'America centrale e America latina. Si può trovare in Costarica, Panama, Venezuela, Colombia, Ecuador, Bolivia. Questo uccello vive dai 1000 metri di altitudine. Il suo habitat ideale sono le boscaglie. I soggetti che oggi possiamo ammirare sono tutti nati in cattività. Esotico facilmente reperibile nelle mostre-scambio nell'ambito delle mostre ornitologiche nazionali e internazionali.

Lucherino Ventre giallo Lucherino Ventre giallo - Carduelis xanthogastra (fonte wikimedia.org)

Lucherino Ventre giallo Raffigurazione di Lucherino Ventre giallo - Carduelis xanthogastra

Caratteristiche

Uccello di circa 12 cm di lunghezza. Il suo ventre è giallo, da cui prende il suo nome comune. Anche il suo petto ed il codione sono gialli. I fianchi sono color oliva con striature nere. Becco grigio chiaro. Zampe color carnicino. Coda gialla con penne nere. Il maschio presenta la testa completamente nera. La femmina presenta un piumaggio di color verde oliva in quasi tutte le parti del corpo e non presenta la testa nera; quindi il dimorfismo sessuale è ben evidente in questa specie. Molti confondono questo Lucherino, con il suo stretto parente, il Lucherino Testa Nera.

Allevamento

La riproduzione di questo fringillide non è tra le più difficoltose, ma non è in ogni modo facile. I soggetti di questa specie tendono facilmente ad ingrassare e talvolta sono pigri nell'atto dell'accoppiamento e nella stagione riproduttiva. È consigliabile alloggiare i soggetti a coppie, e mai in piccole colonie, in quanto in questo periodo i maschi possono diventare molto aggressivi tra di loro. Si ha maggior successo nella riproduzione se si permette alla coppia di formarsi da sola, ossia si deve dare la possibilità ai soggetti di scegliersi il partner.
Se nel locale di allevamento la temperatura non scende sotto i 15-20 gradi, si avrà maggior successo nella riproduzione. Bisogna tener conto anche dell'umidità ambientale che non dovrà mai essere eccessiva. Durante il periodo di riposo, ossia al di fuori del periodo riproduttivo, potrà essere tenuto anche in strutture all'aperto.
Per foderare il nido la femmina utilizza materiale vegetale. Il nido da utilizzare è quello classico a forma di coppa in vimini, tipico nido da canarino. La femmina depone tre o quattro uova. La cova è molto rapida rispetto ad altri esotici. Come nella gran parte dei Fringillidi, è la femmina che assume il compito di alimentare i piccoli fino a circa diciotto giorni di vita. Dopo l'uscita dal nido il compito di alimentare i novelli passa al maschio, così permette alla femmina di procedere alla deposizione successiva. La completa indipendenza e quindi lo svezzamento completo dei novelli avviene dopo altre due settimane.
L'alimentazione adatta al Lucherino ventre giallo è il misto da canarini, integrato con semi della salute, quindi a semi di erbe prative di vario genere, che questi piccoli uccelli gradiscono molto. Apprezzano moltissimo ogni genere di verdura. È fondamentale mettere a disposizione della coppia alcuni alimenti di origine animale, come del pastoncino integrato con uovo, e prede vive, come tarme della farina tagliuzzate.
Anche questo uccello è ricercato anche in ibridazione.
Nelle mostre ornitologiche nazionali e internazionali si possono ammirare alcuni rappresentanti di questa specie. In cattività sono state selezionate anche alcune mutazioni.
I Lucherini ventre giallo e i testa nera sono alcuni dei fringillidi più allevati tra gli allevatori di esotici.

Scheda realizzata da Federico Vinattieri http://ornitologia.difossombrone.it

Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy