Ciuffolotto del Pallas - Capodacus roseus Pallas, 1766
Atlante degli Uccelli da gabbia - Esotici

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Fringillidi
Genere: Capodacus
Specie: C. roseus Pallas, 1766

Questo uccello esotico è naturalmente distribuito in buona parte dell'Asia orientale, nel territorio che comprende la Mongolia settentrionale, la Siberia orientale, Cina, Corea e anche il Giappone. Il suo habitat comprende le foreste di conifere e latifoglie con clima temperato. Vive anche in zone con presenza di fitto sottobosco e macchia anche spinosa. Si tratta di un migratore parziale-erratico. Lo si può definire un Fringillide terricolo.

Ciuffolotto del Pallas Ciuffolotto del Pallas - Capodacus roseus (foto www.birdsandbirds.com)

Ciuffolotto del Pallas Maschio di Ciuffolotto del Pallas - Capodacus roseus (foto www.allevamentofringillidiepappagallini.sigratis.it)

Caratteristiche

Fringillide di circa 16 cm di lunghezza, piuttosto grande se lo si confronta con gli altri membri dalla famiglia Fringillidae. La sua livrea è molto elegante, con un colore roseo predominante, striato di nero e con la presenza di penne bianche. La coda è grigia. Il becco è chiaro. Le zampe sono grigio scuro. Le barre alari sono chiare. Il groppone è rosa. La coda presenta una piccola intaccatura. In questa specie il dimorfismo sessuale è ben evidente, in quanto i due sessi presentano livrea del piumaggio molto differente.

Allevamento

Come tutti i componenti della famiglia Fringillidae, non è semplice far riprodurre questa specie. Non si tratta certamente di una specie adatta per gli allevatori neofiti, in quanto per permettere la sua riproduzione bisogna possedere una certa esperienza in campo ornitofilo. Purtroppo non esistono studi molto approfonditi sulle peculiarità e sul comportamento di questo uccelli allo stato naturale, infatti addirittura non si conosce ancora perfettamente come e dove questo costruisca il proprio nido.
In cattività non è molto allevato, non sono molti gli allevatori che oggi si cimentano nell'allevamento di questo uccello.
Bisogna cercare di alloggiare la coppia in una volieretta ampia e mascherata da vegetazione, in modo da fornire loro la giusta intimità per avviare la stagione delle cove. La femmina costruisce in nido e inizia successivamente la deposizione. Depone da tre a cinque uova e la cova ha una durata di circa quattordici giorni. I novelli sono abbastanza precoci e crescono velocemente. Non appena fuoriescono dal nido è il genitore maschio che si occupa di loro, permettendo alla femmina di partire con la deposizione successiva.
Chi alleva questa specie sa bene che la produzione annuale è sempre limitata a pochi novelli, in quanto non si tratta di un uccello molto prolifico.
Per fortuna, dopo l'entrata in vigore della normativa internazionale C.I.T.E.S., l'importazione di questi uccelli di cattura è oramai quasi totalmente cessata; la quasi totalità dei soggetti presenti oggi in Italia e in Europa sono nati in cattività.
In natura i Ciuffolotti del Pallas formano piccoli stormi e si nutrono di semi e insetti. Un corretta alimentazione in cattività è di primaria importanza, poiché questa può avvantaggiare o compromettere la riuscita dalle cove. Il classico misto di sementi, va integrato con frutti ben maturi e anche con semi germinati. Per allevare la prole va messo a loro disposizione anche alimenti di origine animale, come le prede vive (di solito vengono utilizzate le tarme della farina).
Nell'ambito delle mostre ornitologiche questo esotico non è quasi mai presente. Si tratta di una specie considerata rara, pertanto per poter ammirare qualche esemplare di Ciuffolotto del Pallas bisogna visitare le mostre ornitologiche specialistiche di uccelli Fringillidae, che vengono solitamente organizzare negli ultimi mesi dell'anno.

Scheda realizzata da Federico Vinattieri http://ornitologia.difossombrone.it

Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy