Riserva Naturale Marcigliana - Lazio
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale; istituita con L.R. n. 29/97.
Regione: Lazio
Provincia: Roma

La Riserva Naturale Marcigliana occupa un'area di 4.696 ettari (a nord-est della capitale) su alcune alture delimitate a ovest dal corso del Tevere, il maggior artefice della conformazione del paesaggio, prima con l'erosione del suo letto poi con l'accumulo di depositi alluvionali; il fosso della Bufalotta e il rio del Casale segnano rispettivamente i confini meridionale e settentrionale della Riserva.
RomaNatura gestisce il sistema dell'Aree Naturali protette situate interamente all'interno del Comune di Roma. Il sistema comprende 9 Riserve Naturali istituite con L.R. n. 29/97 (Marcigliana, Valle dell'Aniene, Decima-Malafede, Laurentino, Tenuta dei Massimi, Valle dei Casali, Acquafredda, Monte Mario e Insugherata), 2 Parchi Regionali precedenti all'istituzione di RomaNatura (Aguzzano e del Pineto), 2 Monumenti Naturali (Mazzalupetto-Quarto degli Ebrei e Galeria Antica) e 1 Area Marina Protetta (Secche di Tor Paterno). Complessivamente RomaNatura gestisce 14.000 ettari di natura protetta.

Riserva Naturale Marcigliana Riserva Naturale Marcigliana (foto www.romanatura.roma.it)

Descrizione

Gran parte dell'area occupata dalla Riserva della Marcigliana è stata disboscata a vantaggio della pastorizia e dell'agricoltura, ma le pendici più scoscese delle valli sono tuttora ricoperte dal bosco tipico di questa fascia climatica: la cerreta mista, spesso accompagnata da aceri e olmi. La fauna è di estremo interesse: tra i mammiferi (volpe, faina, donnola, tasso e istrice), spicca la lepre italica, specie autoctona della campagna romana. L'area è ricca di fontanili per la raccolta dell'acqua sorgiva, un tempo utilizzati per abbeverare le greggi e oggi spesso abbandonati: la vegetazione acquatica è l'habitat ideale di rane, rospi, tritoni. Di grande interesse è il sistema storico-paesistico delle grandi tenute, caratterizzate da antichi casali spesso sorti su nuclei di ville romane, e da torri medievali. In epoca imperiale nell'area della Marcigliana furono eretti ville ed edifici agricoli destinati all'allevamento e alla coltivazione di viti, olivi, alberi da frutto e grano per rifornire l'Urbe. La gestione a latifondo si è mantenuta anche per tutto il medioevo, garantendo la sopravvivenza delle ville.

Informazioni per la visita

Gestione:
Ente Regionale per la Gestione del Sistema
delle Aree Naturali Protette nel Comune di Roma
Villa Mazzanti, via Gomenizza, 81
00195 Roma
Sito web: www.romanatura.roma.it

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Oasi
Altre Aree Protette
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy