Riserva Naturale Regionale Lago di Vico - Lazio
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale; istituita con L.R. del Lazio n. 47 del 28 settembre 1982.
Regione: Lazio
Provincia: Viterbo

La Riserva Naturale Regionale Lago di Vico si estende per circa 3.240 ettari e comprende la zona della caldera di Vico facente parte del territorio del Comune di Caprarola.

Riserva Naturale Regionale Lago di Vico Riserva Naturale Regionale Lago di Vico (foto Maurizio Vecchi www.caprarola.com)

Descrizione

Dei laghi di origine vulcanica a nord di Roma, il Lago di Vico è uno dei più piccoli e quello che meglio ha conservato la caratteristica forma che ne testimonia l'origine. Il comprensorio dei Monti Cimini è il risultato della attività di due complessi vulcanici adiacenti: il Cimino, più antico e più grande, e il Vico, più giovane e di minori dimensioni. La sovrapposizione dei materiali fuoriusciti durante la loro attività e la successiva azione degli agenti atmosferici, hanno modellato l'intero territorio nella conformazione attuale. Il lago ha avuto origine in seguito al riempimento della caldera vulcanica.
La Riserva comprende ambienti di grande interesse naturalistico: l'ambiente boschivo, con estesi boschi d'alto fusto di faggio e cerro che annoverano esemplari plurisecolari; l'ambiente palustre, concentrato nella zona delle Pantanacce, formata da acquitrini, canneti e giuncheti che ospitano interessantissime specie di uccelli acquatici e d'ambiente lacustre propriamente detto, con una ricca fauna ittica.
Il Palazzo Farnese di Caprarola è uno dei più grandi e significativi capolavori dell'architettura rinascimentale. Famoso a livello internazionale, testimonia con la sua mole e la sua bellezza, la grandezza e l'influenza che i Farnese raggiunsero nel periodo del loro massimo splendore.

Palazzo Farnese di Caprarola Palazzo Farnese di Caprarola (foto www.lavalledivico.it)

Informazioni per la visita

Come si arriva:
- da Roma: percorrere la SS 2 Cassia fino al km 41 circa e proseguire poi per la Cassia Cimina fino al bivio per Caprarola; da paese ci sono varie strade che portano alla Riserva.
- da Viterbo: percorrere la Cassia Cimina fino al Passo del Cimino; proseguendo, sia verso Caprarola, sia verso San Martino, si incontrano dopo pochi chilometri gli ingressi alla Riserva.
- Autostrada A1: uscita casello di Orte, proseguire in direzione Viterbo e da lì si percorre il tragitto sopra indicato.

Gestione:
Comune di Caprarola (VT)
Via Regina Margherita, 2
01032 Caprarola (VT)
Sito web: www.riservavico.it

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Oasi
Altre Aree Protette
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy