Maiale Linderöd
Atlante delle razze suine - Razze suine estere

Origine, diffusione e caratteristiche produttive

Zona di origine: Svezia.

Il Linderöd è più simile al maiale domestico, anche se il mantello ricorda quello del maiale selvatico nella variazione del colore. L’opera di conservazione del maiale di Linderöd iniziò nel 1952 con la creazione dello zoo di Höör in Scania, in cui furono portati i pochi capi rimasti di razza Linderöd. Solo nel 1992 furono censiti gli animali e l’Associazione delle Razze Autoctone Svedesi (Föreningen Lantsvinet, un’associazione formata dagli allevatori di maiali di Linderöd) fu fondata. Oltre ai capi di razza Linderöd, rimaneva anche un capo appartenente alla razza Halland: questi animali divennero la base della razza odierna.
Viene allevato principalmente per la produzione di carne, e rappresentava un tempo un mezzo di sostentamento per le fattorie.

Caratteristiche morfologiche

Il maiale Linderöd è di taglia piccola, leggermente tozzo, con zampe robuste e forti. Il muso è lineare e ben sviluppato. Presenta delle chiazze di un nero sgargiante, contrapposte al manto grigio-bianco o marrone chiaro. In alcuni casi le chiazze nere possono essere talmente estese che il maiale sembra completamente nero. C’è comunque una grande variazione nel colore: mentre per alcuni individui il colore dominante è il nero, per altri è il marrone. Gli animali marroni tendono all’arancione quando sono piccoli, ma diventano gradualmente marrone-grigio quando crescono.

Linderöd
Maialini Linderöd (foto www.alpakahof.com/)

Linderöd
Maiale Linderöd (foto https://en.nordensark.se/)

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy