Maiale Kolbroek
Atlante delle razze suine - Razze suine estere

Origine, diffusione e caratteristiche produttive

Zona di origine: Sudafrica.

Il maiale Kolbroek è riconosciuto come razza tradizionale e indigena dall’Agricultural Research Council of South Africa. Esistono ipotesi diverse sulla sua origine e il suo arrivo in Sudafrica: alcuni storici sostengono che sia stato introdotto dai commercianti portoghesi nel XV secolo, altri ritengono che alcuni capi si trovassero a bordo di una nave, la “Coalbrook”, che naufragò nel 1778. I maiali erano spesso trasportati sulle navi per fornire carne fresca durante i viaggi, vista l’assenza di metodi di refrigerazione. È opinione comune che, come la maggior parte dei maiali, anche il Kolbroek abbia origine in Cina. Un’altra teoria sostiene che il nome derivi dalle chiazze più chiare sulle cosce: kol (macchia) broek (coscia).
In passato, questi maiali erano diffusi nelle piccole fattorie in tutto il Sudafrica, molto apprezzati dai contadini Afrikaan. Oggi è possibile trovarne popolazioni sparse e isolate nelle province di KwaZulu Natal, Free State, Eastern Cape e Western Cape.

La carne è scura e molto saporita.

Caratteristiche morfologiche

Taglia media.

Il colore complessivo del Kolbroek varia dal nero con le zampe bianche al grigio o allo zenzero chiaro con le zampe grigie o bianche. Le macchie bianche (che dovrebbero essere rotonde) si trovano normalmente sui fianchi e sui quarti posteriori dell'animale. Di solito presentano una criniera caratteristica. Il profilo della testa è concavo con orecchie medio lunghe. L'orientamento dell'orecchio è laterale. Il muso è corto.

Razza Kolbroek
Razza Kolbroek (foto www.farmersweekly.co.za)

Razza Kolbroek
Razza Kolbroek (foto https://www.facebook.com/Dr-Danie-Visser-Kolbroek-Pigs-Varke-830879376994186/)

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy