Parco Naturale Alte Valli del Cedra e del Parma - Emilia-Romagna
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Parco Naturale Regionale; istituito con L.R. 24 aprile 1995, n. 46, modificata con L.R. 14 aprile 2004, n. 7.
Regione: Emilia-Romagna
Provincia: Parma

Il Parco Naturale Alte Valli del Cedra e del Parma occupa un'area di 1.782 ettari (+ 7.500 ettari di preparco) lungo i versanti le le dorsali dell'Appennino parmigiano, tra i passi della Cisa e del Lagastrello. Per le numerose conche lacustri è anche chiamato "Parco dei Cento Laghi". Infatti, l'intera zona è caratterizzata dalla presenza di laghi formati dall'azione erosiva dei ghiacciai quaternari o imprigionati entro le morene depositate dal ritiro degli stessi.

Lago Verde Lago Verde - Parco Naturale Alte Valli del Cedra e del Parma (foto Parchi Provincia di Parma)

Descrizione

Gli effetti dell'ultima glaciazione, verificatasi tra 70.000 e 10.000 anni fa, hanno fatto di queste valli un compendio di morfologie glaciali, dai depositi morenici dell'Alta val Parma ai circhi glaciali della dorsale appenninica, occupati da torbiere e laghi di montagna. L'impronta glaciale, che caratterizza in modo netto il territorio, conferisce al paesaggio l'aspetto tipico degli ambienti alpini. Aspetto cui contribuiscono anche gli ambienti forestali, come le suggestive fustaie di conifere e faggi, e quelli a maggiore naturalità, come rupi, brughiere d'altitudine, pascoli, pozze d'alpeggio. Tra le specie floricole se ne trovano molte alpine relitte.
Molti i villaggi risalenti al Medioevo, alcuni bellissimi e ben conservati. Da visitare è anche la Val Bratica, amata e narrata dal poeta Attilio Bertolucci, cui il Parco ha dedicato un percorso tematico tra i paesi di Casarola e Riana.

Parco Naturale Alte Valli del Cedra e del Parma Parco Naturale Alte Valli del Cedra e del Parma (foto Parchi Provincia di Parma)

Informazioni per la visita

Come si arriva:
Autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita berceto, quindi SP 74, che attraversa il passo di Sillara e arriva a Bosco di Corniglio; oppure uscita Aulla, quindi SS 665 per Rigoso e Monchio delle Corti (40 km da Aulla) attraverso il Passo Lagastrello; la SS 665 può essere percorsa in senso opposto da Parma (uscita A1 Milano-Bologna) a Monchio via Langhirano (76 km dall'A1). Meno di un km a sud di MOnchio si stacca dalla SS 665 la SP 87, che risale la Costa delle Piane entrando nella vallata del Cedra di Valditacca, dove raggiunge prima Pianadetto (2 km dalla deviazione), poi Valditacca, oltre il quale piega a ovest verso Trefiumi e Rimagna, a loro volta sul tracciato della SS 665.

Sono presenti due postazioni di accoglienza ed informazione turistica presso l'Albergo Ghirardini a Bosco di Corniglio e presso lo Chalet a Lagdei (Bosco di Corniglio).

Parco dei Cento Laghi:

- Sede Ufficio  Monchio delle Corti (PR)
Via Circonvallazione, 51
- Sede Ufficio Corniglio (PR)
c/o Colonia Montana

Sito web: http://parchi.parma.it/page.asp?IDCategoria=273

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Oasi
Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy