Fitoplasmosi della vite
Viticoltura - Coltivazione della vite

Giallumi della vite

I giallumi della vite sono malattie causate da fitoplasmi, organismi floematici, sistemici (in quanto, teoricamente, possono distribuirsi in tutta la pianta) e causanti malattie auxoniche; non esiste un metodo di controllo diretto. Sono due le malattie che danno origine ai giallumi della vite:

  • Legno nero;

  • Flavescenza dorata.

Le due malattie non sono distinguibili dal punto di vista sintomatologico, ma solo molecolare.

Sintomi
I sintomi si manifestano su foglie, tralci e grappoli:

  • foglie: ingiallimenti o arrossamenti settoriali definiti della lamina fogliare, che comprendono le nervature; accartocciamento verso il basso; consistenza papiracea a causa della difficoltà di traslocazione degli zuccheri;

  • tralci: non lignificano e su di essi si formano piccole pustule nerastre; internodi raccorciati e andamento a zig-zag; perdita anomala delle foglie, che cadono lasciando attaccato il picciolo;

  • grappoli: disseccamento già a partire dalla fioritura e completa perdita del prodotto; un disseccamento in stadio più avanzato porta ad ottenere acini raggrinziti.

Non sempre la pianta è totalmente colonizzata e può presentare i sintomi solo in alcune zone; inoltre il portinnesto americano è esente dalla presenza del fitoplasma in quanto resistente.

E' possibile infine il fenomeno del recovery: alcune piante di vite, dopo aver mostrato i sintomi, nelle stagioni successive si risanano e al loro interno non è più presente il fitoplasma. Queste piante hanno una minor probabilità di essere infettate nuovamente dal fitoplasma.

Diagnosi
A livello generale, bisogna tenere presente la diversa suscettibilità varietale: per esempio i vitigni Chardonnay, Pinot e Prosecco sono molto suscettibili e più facilmente manifesteranno i sintomi sopra descritti. Un altro segnale della presenza dei giallumi è la presenza dei vettori. Infine, per essere precisa e puntuale, la diagnosi per identificare i fitoplasmi può fare riferimento solamente ad un'indagine di tipo genetico.

Diffusione
La diffusione dei giallumi avviene mediante vettori animali, rispettivamente lo Scaphoideus titanus per la flavescenza dorata e lo Hialestes obsoletus per il legno nero.

Lotta
Non esiste una cura diretta contro i fitoplasmi. Il controllo segue i criteri di lotta obbligatoria per i quali è necessario operare un'accurata lotta insetticida contro i vettori e l'eradicazione delle piante infette.

Flavescenza dorata Flavescenza dorata (fonte: www.bbt.com)

Bibliografia
- Marenghi M., Manuale di viticoltura, 2007, pp. 224-233, Edagricole
- Appunti del corso Patologia vegetale speciale, tenuto dal prof. Paolo Ermacora dell'Università degli Studi di Udine

Scheda a cura di Enrico Ruzzene >>>


Acquista online le barbatelle per il tuo vigneto
La Vite
Il ciclo vitale e annuale della Vite
La coltivazione della Vite
Vitigni presenti nel territorio italiano
Avversità della Vite
Micosi
Parassiti animali
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy