Tacchino Fulvo di Benevento
Atlante delle razze di Tacchini

Origine, caratteristiche economiche e morfologiche

Originario del Sannio, in particolare delle fasce montuose e collinari che comprendono le aree rurali di Casalduni, Solopaca e Castel Morrone, ove veniva fatto pascolare in branchi numerosi su terreni impervi e pietrosi.
È un tacchino di mole leggera che ben si presta al pascolo anche su terreni difficili, ben sopporta le basse temperature, essendo le sue zone d’origine spesso innevate durante l'inverno, soffre invece l'umidità e l’eccessiva calura.
Descritto in vari testi di avicultura del ‘900, ove veniva elogiata la capacità d’ingrasso e la conseguenza alta richiesta che aveva sui mercati, era considerato da tempo estinto fin quando alcune ricerche hanno permesso il ritrovamento di pochi ceppi (tra gli altri anche di alcuni capi in purezza) nelle campagne del Parco del Matese e in allevamenti rurali di altre aree dell' ex provincia della Terra di Lavoro, da questi esemplari è potuta iniziare l’opera di recupero della razza che ora è in via di ri-diffusione nelle campagne ove era autoctono e non solo.
Le femmine (discrete covatrici) depongono uova dal peso di 70/80 g di color ocra/castano picchiettate di marroncino.
I tacchinotti nascono con un piumino giallo/paglierino che diventa bianco dopo poche settimane, dopo il primo mese iniziano a spuntare gli orli neri e le remiganti iniziano a colorarsi di nero mentre verso il secondo mese compaiono le piume fulvo/dorate ; entrambi i sessi raggiungono la maturità sessuale verso i 7/8 mesi.

Caratteristiche morfologiche

- Livrea: fulvo/dorato orlato di nero, così come nere sono le remiganti.
- Pelle: rosata, la pelle della testa e del collo è rosa/bluastro che diventa rossa quando gli animali sono eccitati o nervosi.
- Peso: maschi 6/7 kg (10 kg se ben ingrassati), femmine 4/5 kg.
- Occhi: bruno/rossastri.
- Becco: color avorio.
- Tarsi: ardesia/rosati.
Difetti gravi: piumaggio e remiganti eccessivamente chiare, assenza di orlo nero, tracce di bianco nelle penne della coda e delle ali.

Per informazioni rivolgersi a Pasquale D'Ancicco 3883449306

Fulvo di Benevento Maschio - Tacchino Fulvo di Benevento

Fulvo di Benevento Femmina - Tacchino Fulvo di Benevento

Fulvo di Benevento Pulcini di poche ore - Tacchino Fulvo di Benevento

Fulvo di Benevento Tacchinotti di un mese - Tacchino Fulvo di Benevento

Fulvo di Benevento Tacchinotti di due mesi - Tacchino Fulvo di Benevento

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy