Oasi Stagni di Focognano - Toscana
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: A.N.P.I.L. - Oasi WWF; istituita con Delibera del Consiglio Comunale di Campi Bisenzio n. 254 del 27 novembre 1997; è in gran parte compresa nel SIC "Stagni della Piana fiorentina".
Regione: Toscana
Provincia: Firenze

L’oasi Stagni di Focognano (Area Naturale Protetta di Interesse Locale) si trova nel comune di Campi Bisenzio ad appena 10 Km da Firenze e occupa un'area di circa 64 ettari; è una delle poche aree che sono sopravvissute alla bonifica e poi alla cementificazione della piana fiorentina. E' adiacente all'A.N.P.I.L. "Podere La Querciola".

Oasi WWF Stagni di Focognano Oasi WWF Stagni di Focognano (foto http://sira.arpat.toscana.it)

Descrizione

Rientra nella categoria delle Aree Naturali Protette di Interesse Locale ed è stata affidata dal comune di Campi Bisenzio in gestione al WWF.
L'Oasi costituisce, con i suoi cinque bacini lacustri (Calvana, Morello, Calice, Acqualunga e Focognano), una delle ultime testimonianze del tipico paesaggio storico della Piana Fiorentina, territorio che appare oggi in gran parte urbanizzato dopo le grandi opere di bonifica della prima metà. Per la realizzazione di quest’area sono stati fatti numerosi interventi di ripristino e miglioramento ambientale, uno tra tutti la bonifica dai pallini di piombo (tossici per la fauna venatoria) accumulati negli anni in cui era possibile cacciare.
La superficie interessata è pari a 35 ettari di proprietà del Comune di Campi Bisenzio, più 31 ettari di proprietà privata con vincoli di destinazione a parco.
Gli Stagni di Focognano sono protetti come:
- A.N.P.I.L. (Area Naturale Protetta di Interesse Locale) - Sistema Regionale delle Aree Protette - Toscana;
- Oasi del Sistema Nazionale del WWF Italia;
- S.I.C. (Sito di Importanza Comunitaria).

Oasi WWF Stagni di Focognano Oasi WWF Stagni di Focognano

Flora e fauna

L’area rappresenta un importante punto di sosta per l’avifauna migratoria nonché un habitat protetto per gli anfibi quali tritone punteggiato, tritone crestato, raganella e rospo smeraldino.
In inverno si possono trovare: aironi cenerini, aironi bianchi maggiori, guardabuoi e garzette.
La primavera vede arrivare molte altre specie di uccelli quali: aironi rossi, e garze ciuffetto che si mantengono ai margini delle zone umide. Nelle acque più profonde si osservano: marzaiole, alzavole, moriglioni e mestoloni.
Alcune specie rimangono anche a nidificare, come il trambustino, lo svasso maggiore e il martin pescatore.
Una delle specie che più attraggono in quest’area è senz’altro il cavaliere d’Italia che qui fa sosta per raggiungere l’africa dove passerà l’inverno.

Informazioni per la visita

Periodi e orari di apertura
Dal 1 settembre al 1 maggio: visite guidate giovedì, sabato e domenica.
Orari: mattina: dalle ore 10.00 alle 12.30.
Pomeriggio: da ottobre a febbraio dalle ore 14.30 alle 16.30; altri mesi dalle ore 15.00 alle 17.30.
Visite su prenotazione per scolaresche negli altri giorni della settimana.

Come raggiungere l'area protetta
L'Oasi Stagni di Focognano si trova in via Primaldo Paolieri e dispone di un ampio parcheggio,
Con i mezzi pubblici è raggingibile:
da Firenze con la linea 30 Ataf, scendendo alla fermata Stagni di Focognano che si trova all'inizio dell'abitato di Campi Bisenzio (sottopasso Autostrada del Sole);
da Prato sia con la linea Cap che con la linea Lazzi, scendendo all'ultima fermata di via Buozzi.

Gestione
Questa area protetta è stata affidata in gestione dal comune di Campi Bisenzio a
WWF Toscana, via Sant'Anna 3 - Firenze.
Tel. e Fax 055 477876
Sito Web: www.wwf.it/toscana
E-mail: toscana@wwf.it

Parchi Nazionali
Altri Parchi
Riserve Naturali
Oasi
A.N.P.I.L.
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy