Riserva Naturale dello Zingaro - Sicilia
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale Orientata istituita con L.R. 6 maggio 1981 n. 98
Regione: Sicilia
Provincia: Trapani

La Riserva Naturale Regionale Orientata dello Zingaro si estende, per circa 1.650 ettari, nella parte Occidentale del Golfo di Castellammare, nella penisola di San Vito Lo Capo che si affaccia sul Tirreno tra Castellammare del Golfo e Trapani. Il territorio ricade per gran parte nel comune di San Vito lo Capo e in misura minore nel comune di Castellammare (TP).

Riserva dello Zingaro Riserva Naturale dello Zingaro (foto www.son.it)

Descrizione

Lo Zingaro interessa una fascia litoranea di circa 7 Km, formata da una costa rocciosa di calcari del Mesozoico, intercalata da numerose calette e caratterizzata da strapiombanti falesie che da un'altezza massima di 913 m (Monte Speziale) portano rapidamente al mare.
I terreni costituenti la riserva sono il risultato dell'intrecciarsi dell'attività umana e dell'evoluzione della natura; infatti, fino a poco tempo fa ogni superficie, se pur piccola, era coltivata a scopo agricolo. Notevoli sono i fenomeni carsici con formazione di pianori sommitali e doline dove l'erosione favorisce l'accumulo di terra rossa inframezzata da diffusi lituosoli e rocce affioranti in lastre e spuntoni. Lo Zingaro incanta per la sua aspra bellezza per i colori intensi in ogni stagione, per le bianche calette che si affacciano sul mare turchese, le palme nane, la ricca macchia mediterranea, i tenaci olivastri e gli imponenti carrubi da dove si intravedono le armoniose forme delle case contadine.
Il profilo litoraneo è un'alternanza di alte pareti di roccia che sprofondano nel blu e di insenature degradanti dolcemente verso il mare. Le calette ciottolose sono come nicchie più chiare incavate sul fianco delle muraglie dolomitiche.
Il paesaggio subacqueo è un continuo susseguirsi di colori e forme. Numerosi e interessanti sono i cunicoli e le grotte sommerse. Le più conosciute sono: la grotta del Colombaccio in prossimità del limite di levante con ingresso situato a 2 mt. circa che si allarga in una camera ampia 30 mt. Grotta della Corvina in prossimità di punta Craperia, grotta della Craperia, grotta della Mustia, grotta della Ficarella. Molto ricca la fauna che annovera l'aquila del Bonelli e la Coturnice di Sicilia.

Riserva dello Zingaro Riserva Naturale dello Zingaro (foto www.riservazingaro.it)

Informazioni per la visita

Splendidi i sentieri di visita: si tratta di 4 itinerari tracciati lungo tutta la Riserva a diverse fasce longitudinali. Il Sentiero della Costa, di 11,2 km, corre da San Vito Lo Capo a Scopello; si percorre in 5 ore di marcia con piacevoli soste nelle cale sabbiose.

Gestione:

Riserva Naturale Orientata dello Zingaro
Via Segesta, 197
91014 Castellammare del Golfo (TP)
Sito web: www.riservazingaro.it

Parchi Regionali
Riserve Naturali
Aree Marine
Oasi WWF
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy