Riserva Naturale Le Montagne delle Felci e dei Porri (Salina) - Sicilia
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale Regionale Orientata istituita con D.A.R.T.A. 14 marzo 1984 n. 87
Regione: Sicilia
Provincia: Messina

La Riserva Naturale Regionale Orientata Le Montagne delle Felci e dei Porri tutela un'area di 1.079 ettari sull'isola vulcanica di Salina, nell'arcipelago delle Eolie (comuni di leni, Malfa e Santa Marina Salina).

Montagna delle FelciMontagna delle Felci - Riserva Naturale Le Montagne delle Felci e dei Porri (foto www.villalavinia.org)

Descrizione

L’isola di Salina, seconda per estensione dell’ arcipelago eoliano con una superficie di circa 26 Kmq, è costituita interamente da rocce vulcaniche che rappresentano la parte emersa di un complesso vulcanico che si estende al di sotto del livello del mare.
E' la più verde delle Eolie, la più alta, la più ricca di uccelli nidificanti e di piante: Salina è stata la prima isola dell'arcipelago a essere tutelata con l'istituzione della Riserva. Una valle che la divide in due gruppi di rilievi la fa apparire da lontano come due isole distinte vicine: per questo fu detta dai Greci Didyme (doppia, gemella). Nel settore sud-orientale il cratere del Monte Fossa delle Felci (962 m), il punto più alto dell’arcipelago, in quello occidentale il Monte dei Porri (860 m).
Nelle zone costiere sono presenti cespugli di Euphorbia dendroides, Calicotome villosa e Artemisia arborescens. Lungo le pendici dei coni vulcanici si trovano formazioni arbustive tipiche della macchia mediterranea, con erica, corbezzolo, cisti, ginestre, lentisco e caprifoglio. Nel versante est del Monte delle Felci la macchia a erica e corbezzolo assume l’aspetto di un fitto bosco. Sulla sommità dello stesso monte è presente un bosco rigoglioso (impiantato negli anni '50) di pini marittimi, ontani napoletani e castagni. Nella tarda primavera l’intero cratere si ricopre di un tappeto erbaceo a felci (Pteridium aquilinum) che ne ha determinato la denominazione “Fossa delle Felci”. Di notevole interesse botanico sono i molti endemismi presenti nella fascia costiera dell’isola.
L’avifauna è assai varia, grazie anche ai diversi ambienti presenti; numerose sono le specie di uccelli rapaci che si possono osservare sia stanziali che migratori (poiana, gheppio, falco grillaio, falco pellegrino, falco della Regina). La presenza del laghetto di Lingua permette inoltre la sosta di molti uccelli acquatici migratori che non possono sostare nelle altre isole.

Monte dei Porri - Isola di Salina Monte dei Porri - Riserva Naturale Le Montagne delle Felci e dei Porri (foto Petr Vykoukal)

Informazioni per la visita

Gestione:
Provincia Regionale di Messina

Parchi Regionali
Riserve Naturali
Aree Marine
Oasi WWF
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy