Angora
Atlante delle razze di Conigli

Angora (Angora - Angora)


Standard italiano delle razze cunicole: CATEGORIA RAZZE A STRUTTURA DI PELO SPECIALE.
Peso: 3,5 - 4,0 kg.

Incerte le origini di questa razza: secondo alcuni il carattere Angora è stato creato in Turchia, mentre secondo altri la mutazione sarebbe comparsa per la prima volta in Inghilterra. La storia certa dell'Angora ha inizio nel 1723 in Francia (sembra importata da commercianti inglesi), dove è stata selezionata e migliorata sia nella qualità che nella quantità di lana prodotta.
Le razze Angora sono caratterizzate da un mantello molto lungo, di aspetto lanoso; la crescita del pelo in queste razze dura tre mesi, anziché uno come nei conigli normali, per cui raggiunge una lunghezza maggiore (fino a 8 cm). La lana che costituisce la pelliccia è ben distribuita su tutto il corpo. Prevale la lanuggine abbondante e morbida dalla quale emergono peli meno ondulati che terminano con una fine punta di giarra. Ciuffi di pelo caratteristici sono presenti sulla fronte, sulla punta delle orecchie, sulle guance ed alla estremità degli arti. Le forme del corpo regolari ed equilibrate sono nascoste dalla tipica pelliccia.
E' la tipica razza allevata per la lana. Il colore più diffuso ed anche più apprezzato dalla industria manifatturiera è il bianco, ma sono ammessi tutti i colori. Come animali da compagnia, i conigli Angora richiedono molto impegno perché devono essere spazzolati tutti i giorni, altrimenti il pelo si annoda in modo indistricabile. Ha scarse attitudini riproduttive.
Altre razze Angora non riconosciute dallo Standard italiano sono: Angora Francese (con pelo molto lungo, un po' più ruvido e senza frangia), Angora gigante (peso da superiore ai 4 kg), Angora Nano (versione in miniatura dell'Angora Francese, derivato dall'incrocio con conigli Nani) e Angora Satin (creato in Canada dall'incrocio tra un coniglio Satin e un Angora Francese; il pelo ha un aspetto lucente).

Difetti leggeri

Lana rada e di diversa lunghezza; piccoli nodi felpati; giarra troppo abbondante; lanugine scarsa, fine e cotonata; ciuffi caratteristici deboli.

Difetti gravi

Lunghezza del pelo inferiore a cm. 4; chiazze prive di pelo; lanugine insufficiente; mancanza della ondulatura nella lanugine; lana fortemente felpata; mancanza di uno o più ciuffi caratteristici; giarra eccessiva e prevalente.

Coniglio di razza "Angora" Coniglio di razza "Angora"

Razza "Angora" Maschio e femmina di razza "Angora" (foto www.anci-aia.org)

Acquista online Il Coniglio nano - Collana di Agraria.org
Cristiano Papeschi - Il Sextante

In modo chiaro e simpatico vengono trattati tutti gli aspetti legati alla sua presenza in casa, dal ricovero all’alimentazione, dalla convivenza con gli altri animali alle cure quotidiane, dalla riproduzione alla sua salute.
Acquista online >>>

Razze pesanti
Razze medie
Razze leggere
Razze speciali
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy