Riserva Naturale guidata Scanuppia - Trentino
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Riserva Naturale guidata; istituita con D.P.G.P. del 2 marzo 1992, n. 2095.
Regione: Trentino-Alto Adige
Provincia: Trento

La Riserva Naturale guidata Scanuppia si trova sul massiccio della Vigolana sopra l'abitato di Besenello e occupa una superficie 583 ettari, dai 1.450 m in prossimità della Malga Palazzo (1.560 m) ai 2.132 di Cima Vigolana. Comprende i pscoli che circondano Malga Imprech con lo storico edificio di Malga Palazzo e l'intera foresta demaniale della Scanuppia.

Riserva Naturale guidata Scanuppia Riserva Naturale guidata Scanuppia - Pascolo alberato sopra malga valli (foto F.Prosser)

Descrizione

Già in epoca medievale i membri della nobile famiglia Trapp avevano individuato nella zona di Scanuppia la loro metà preferita per la villeggiatura e per l'attività venatoria per via della naturale ricchezza faunistica dell'area: camosci, caprioli e galli cedroni. Al centro della tenuta venne costruita nel 1589, per volere di Osvaldo II Trapp, Malga Palazzo. Con il suo aspetto maestoso (circa 400 mq di superficie) e i suoi caratteristici merli, che vennero però soppressi all'inizio del secolo scorso, divenne ben presto un importante punto di riferimento non solo per la nobile famiglia, ma anche per la comunità locale della valle. Con il passare del tempo, infatti, tra alterne vicende, guerre e conflitti, la Malga Palazzo divenne una stazione importante per l'economia dei borghi di fondovalle: nei momenti di crisi, come durante le guerre e le disastrose inondazioni, continuò a fornire latte e derivati alle popolazioni della Vallagarina. Vicino all'edificio principale venne fatta erigere dagli stessi Conti Trapp una seconda costruzione, destinata ad ospitare il bestiame. Nel 1991 la Provincia di Trento acquisì dal Conte Osvaldo Trapp e dalla Contessa Maria Fedrigotti Trapp, una superficie complessiva di 583 ettari a bosco e il resto ad alpe e pascolo. Successivamente, con Decreto della Giunta Provinciale di Trento, nel 1992 è stata sottoposta a vincolo di tutela come "Riserva guidata Scanuppia-Monte Vigolana". Nella gestione della Riserva sono prioritari gli aspetti conservazionistici e il recupero di habitat per specie faunistiche.
La foresta demaniale della Scanuppia, costituita prevalentemente da abete rosso in consociazione con l'abete bianco e il faggio, si estende fino a 1.750 m di quota, e lascia vasti spazi aperti per il pascolo. Alle quote superiori il larice trova un habitat elettivo e arricchisce cromaticamente la foresta con il suo tenue verde primaverile e il giallo-oro autunnale. I mughi ricoprono vaste aree alle quote superiori e offrono rifugio a molte specie vegetali. Scanuppia è frequentata da caprioli e camosci ed è territorio riproduttivo del gallo cedrone. Molti gli uccelli presenti, tra i quali si ricorda l'aquila reale, che pur non nidificando sul massiccio della Vigolana sovente volteggia aldisopra della Riserva in cerca di prede.

Informazioni per la visita

Accessi:
Da est per la S.P. che parte da Folgaria fino al Passo Sommo oppure dalla Valle dell'Adige fino a Besenello e di lì a piedi per una lunga e faticosa salita fino alla riserva.

Servizio Parchi e Foreste Demaniali della Provincia Autonoma di Trento
Centro Direzionale Nord - Via Trener, 3
38100 Trento
Tel. 0461 495833

Parchi Nazionali
Parchi Provinciali
Biotopi
Riserve Naturali
Oasi WWF
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy