Cammello - Camelus bactrianus

Origini e caratteristiche del Cammello

Classe: Mammiferi
Ordine: Artiodattili
Famiglia: Camelidi
Genere: Camelus
Specie: bactrianus

Il cammello è diffuso nelle zone desertiche e steppose della Mongolia, dell'Asia centrale e della Turchia. A parte piccoli gruppi che vivono allo stato selvatico ai margini del deserto di Gobi, i cammelli sono animali completamente addomesticati.
E' simile al dromedario, dal quale si differenzia per il pelame più folto, che diventa particolarmente lungo nella zona inferiore del collo, per le due gobbe dorsali (una nel dromedario), per la costituzione più massiccia e gli arti più corti.
Alto fino a 2 metri al garrese, presenta sulle articolazioni delle zampe e sul petto delle zone di cute callosa e ruvida su cui poggia quando si corica. Una caratteristica peculiare del cammello è la forma dei suoi globuli rossi, che sono ovali anziché circolari come in tutti gli altri mammiferi.
I cammelli vivono di solito in branchi di una ventina di esemplari. Il periodo di gestazione dura circa 13 mesi; in genere viene partorito un unico piccolo. L’andatura del cammello è quella tipica ad ambio.

Rapporti con l'uomo

Viene allevato per la carne, il grasso, il latte, la lana e come animale da soma.
Animale forte e resistente, è in grado di trasportare carichi fino a 4 quintali per lunghi tragitti. Ha grandi capacità di resistenza alle temperature estreme, sia estive che invernali, e alla sete (roducendo urine molto concentrate e riducendo l’evaporazione diurna).
Tl latte di cammella, rispetto al latte vaccino, vanta meno della metà dei grassi, il 40% di minor incidenza sul colesterolo, e tre volte tanta ricchezza in vitamina C. 
Risulta inoltre ad alta digeribilità per la fortissima somiglianza con il latte materno e va bene per chi soffre di intolleranze al lattosio o ha altre allergie alimentari.
Composizione del latte di Cammella >>>

Cammello - Camelus bactrianus Cammello - Camelus bactrianus

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy