Oasi Naturalistica Valle Millecampi - Veneto
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Zona d'importanza naturalistica; istituita con D.M. 7 giugno 1989
Regione: Veneto
Province: Venezia, Padova

L'Oasi Naturalistica Valle Millecampi è situata fra i Comuni di Codevigo (PD) e la Laguna Medio Inferiore di Venezia. Con i suoi 1608 ettari di estensione rappresenta uno straordinario esempio, dell'ambiente e del paesaggio lagunare.

Oasi Valle Millecampi Oasi Naturalistica Valle Millecampi (foto www.comune.codevigo.pd.it)

Descrizione

La Valle Millecampi è formata in gran parte da un lago che arriva alla terraferma, mentre il resto dei territorio è composto da "velme" (specchi lagunari di fanghiglia argillosa molle e plastica talmente bassi da emergere regolarmente durante le basse maree) e barene. Le barene sono degli isolotti bassi e pianeggianti che vengono sommersi dall'acqua con l'alta marea oppure restano all'asciutto per tempi più o meno lunghi nelle basse maree. Sono percorse da una fitta rete di piccoli canali, detti ghebi e spesso presentano al loro interno degli specchi d'acqua detti chiari, prodotti dallo sfaldamento dei suolo. La valle è alimentata con acqua salsa attraverso i canali dei Sette Morti, Acque Negre e altri minori, mentre riceve pochi apporti di acqua dolce dal canale Scirocchetto e dall'idrovora Fogolana in località Conche. La particolare conformazione e localizzazione dell'Oasi, soggetta alla interazione dell'acqua dolce proveniente dai canali Cavaizza Scirocchetto e Novissimo, determina la presenza di una flora peculiare e di alcune specie faunistiche proprie dell'ambiente vallivo. L'elevata salinità dei terreni condiziona notevolmente il loro popolamento, sia vegetale che animale, che risulta formato solo da poche specie particolarmente adatte a questo peculiare ambiente.
Le caratteristiche ambientali rendono Valle Millecampi habitat ideale per numerose anatre di superficie e tuffatrici, per i trampolieri, per la pettegola, la sterna, il fraticello e il cavaliere d’Italia; numerose sono anche le specie che svernano; tra le più significative ricordiamo gli svassi, gli aironi, le anatre di superficie, le anatre tuffatrici e i limicoli. Non mancano segnalazioni di specie rare quali: le strolaghe, l’airone bianco, la cicogna nera, l’aquila anatraia maggiore, la poiana, i cigni, le gru, l’avocetta e la beccaccia di mare.

Informazioni per la visita

Gestione:
Comune di Codevigo
Via Vittorio Emanuele III, 33
35020 Codevigo (PD)
Sito web: www.comune.codevigo.pd.it

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Altre Aree protette
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy