Palomino
Atlante delle razze di Conigli

Palomino

Standard americano delle razze cunicole: CATEGORIA RAZZE PESANTI
Peso: 4,0 - 4,5 kg.
Paese di origine: Stati Uniti

Il coniglio Palomino è stato sviluppato presso il Rabbit Lone Pine nello stato di Washington da Young Mark e Coulee Dam tra il 1940 e il 1950. Fu presentato la prima volta all’ARBA nel 1952 a Portland, Oregon e soprannominato razza “Washingtoniana”, ma il nome non piacev a al suo creatore che decise di mettere accanto alla gabbia dei conigli in esposizione una gabbia dove i visitatori potevano, attraverso un foglietto, suggerire il nome scrivendolo. I più gettonati furono, Honey Daw, Miele Fawn, Golden Palomino che poi fu quello vincente. Fu presentato poi alle mostre del 1953 in Texas, 1954 a New York, 1955 in Ohio, nel 1956 nel Minnesota e finalmente nel 1958 a Spingfield ci fu l’approvazione definitiva.

I Palomino sono una razza molto robusta, con spalle ben sviluppate e posteriore arrotondato, la linea della schiena è molto arcuata, le orecchie grandi e portate dritte in posizione verticale e gli occhi sono marroni.
Il peso va dai 4 ai 4,5 Kg.
Il colore è riconosciuto in due sole colorazioni, oro e linx. La varietà oro è un dorato brillante con sottopelo bianco, il linx è un misto tra grigio e beige-arancione sempre su fondo bianco. Il peli del mantello sono grossi e fitti di media lunghezza.

a cura di Roberto Corridoni

Palomino Palomino (foto http://cc-rabbitry.webs.com)

Palomino Palomino (foto www.raising-rabbits.com)

Acquista online Il Coniglio nano - Collana di Agraria.org
Cristiano Papeschi - Il Sextante

In modo chiaro e simpatico vengono trattati tutti gli aspetti legati alla sua presenza in casa, dal ricovero all’alimentazione, dalla convivenza con gli altri animali alle cure quotidiane, dalla riproduzione alla sua salute.
Acquista online >>>

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy