Regione Puglia
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Parchi e aree protette della Puglia

La Puglia è una terra dove molti uomini e molte culture sono transitati, incontrandosi, scontrandosi, confondendosi: mondo greco e latino, germanico, normanno-svevo e arabo, francese e spagnolo. Molte città vi hanno avuto fioritura, succedendosi nelle egemonie locali, da Canosa a Lucera e Siponto, da bari a Lecce, da Taranto a Brindisi. Nonostante la presenza decisa di ambienti marittimi e la relativa uniformità geologica, la Puglia offre al visitatore, anche nell'interno, paesaggi molto vari. Immergersi a piedi nella natura silenziosa e dai tratti quasi nordici della Foresta Umbra per imbattersi nei suoi celebri monumenti naturali, o percorrere le strade che solcano la terra rossa tra i muri a secco delle Murge, sono infatti solo due delle numerose possibilità che questa splendida regione offre. Nonostante la varietà dei biotopi, delle numerosissime specie vegetali e di volatili che frequentano la Puglia, le zone protette non superano il 7% del territorio regionale. Comprendono due parchi nazionali (Parco del Gargano e Parco dell'Alta Murgia), due parchi regionali, tre aree marine protette e diverse riserve naturali regionali e statali. Di particolare interesse sono le zone umide, diffuse soprattutto nel versante adriatico: hanno origini varie, come la fuoriuscita di acqua piovana dovuta ai caratteri carsici del terreno, come nel Gargano, l'impaludamento del delta di un corso d'acqua o, infine, la chiusura di un'insenatura marina, come nel caso del lago Alimini Grande.
La morfologia pianeggiante ha facilitato la messa a coltura di vaste aree, di conseguenza la superficie boscata è la più bassa d'Italia, solo il 7,5%.
Le specie di uccelli nidificanti sono 179 (sulle circa 20 presenti in tutta Italia) e quelle vegetali oltre 2.500 sulle circa 6.000 nazionali. Nei boschi del Gargano si trova il capriolo garganico, simbolo del parco omonimo. Le Isole Tremiti ospitano una specie endemica, la diomedea, il cui grido sarebbe il lamento dei compagni morti di Diomede. Le zone umide sono i luoghi prediletti da numerosi volatili migratori, fra cui i rari fenicotteri rosa, che spesso affollano le lagune salmastre. Fra gli altri volatili, ricordiamo lo sparviero e la gallina prataiola (Tetrax tetrax), detta anche fagianella od otarda minore.
Nell'ambito del Progetto Rete Natura 2000 sono stati proposti 75 SIC (siti di importanza comunitaria) e 16 ZPS (zone di protezione speciale).

Panorama del Gargano Parco Nazionale del Gargano (foto www.foggiaweb.it)

Castel del Monte Castel del Monte - Parco Nazionale Alta Murgia (foto Alberto Tomasi)

Parchi Nazionali
Parchi Regionali
Riserve Naturali
Aree Marine
Oasi
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy