Parco Naturale Monte Corno - Alto-Adige
Atlante dei Parchi e delle aree protette in Italia

Tipologia di area protetta - Dove si trova

Tipologia: Parco Naturale Provinciale; istituito con D.P.G.P. 16 dicembre 1980, n. 85.
Regione: Trentino-Alto Adige
Provincia: Bolzano

Il Parco Naturale Monte Corno (Trudner Horn) comprende i monti che fiancheggiano a est la bassa Atesina. La catena montuosa è così delimitata: a ovest si innalza direttamente dalla pianeggiante Valle dell'Adige, a sud-est confina con la Valle di Cembra mentre a nord lambisce le propaggini della Val di Fiemme, che si protendono attraverso la sella di San Lugano. La superficie interessata dal parco è pari a 6.660 ettari, per il 90% forestata.

Palù Longa Palù Longa - Parco Naturale Monte Corno - Trudner Horn

Descrizione

Il territorio del parco naturale si articola in due zone geomorfologicamente distinte: sul fianco della Val d'Adige si riconoscono rocce di chiaro calcare e di dolomia (Cislon, Prato del Re, Madrutta, Geier), al centro e ad est predomina il porfido quarzifero rosso-bruno, la cui cima più alta è il Monte Corno (1.817 m). Anche l'idrologia è caratterizzata da aspetti contrastanti. Gli altipiani porfirici coperti di detriti morenici di materiale impermeabile sono attraversati da numerosi corsi d'acqua e presentano svariate zone umide e paludose (Lago Bianco, Lago Nero, Palù Longa). La tendenza al carsismo della dolomia ha dato origine ad un fitto reticolo di crepe e fenditure sotterranee, per cui l'acqua scorre prevalentemente nel sottosuolo. Nei torrenti più piccoli c'è acqua soltanto in determinati periodi. Le acque dei torrenti principali che attraversando la roccia calcarea incidono gole profonde, provengono in prevalenza dalla stessa regione porfirica.
Il Parco Naturale Monte Corno è chiamato anche "Parco dei boschi": in esso sono rappresentati tutti gli orizzonti del versante meridionale delle Alpi: il bosco di abete rosso, attorno all'aspra dorsale del Monte Corno; prati alberati di larice, fra Trodena e Anterivo; boschi misti di faggio e abete bianco; pinete di pino silvestre sui pendii caldi e asciutti; boschi di forra (faggio associato a carpinella, tiglio riccio, acero, frassino e tasso, con terreno ricoperto di un tappeto d'edera); torbiere alte; prati aridi; boschi cedui submediterranei. Questi ultimi, in particolare, contraddistinti da roverella, carpino nero e orniello, toccano qui il loro limite di espansione più settentrionale in Alto Adige, spingendosi fino a 1.000 m di quota. Il più 'classico' interprete della fauna, in questo particolare ambiente, è forse il ramarro, dalla splendida livrea verde. Molte le specie di uccelli presenti nel parco: la coturnice che vive tra le rocce vive, il francolino di monte che nidifica nei boschi misti, l'usignolo, l'upupa, l'ortolano, lo zigolo, e tanti altri.

Monte Corno Parco Naturale Monte Corno - Trudner Horn (foto www.rolbox.it/appartement-gabrielli)

Informazioni per la visita

Centri visitatori:
Trodena (BZ): Monte Corno

Ufficio Parchi Naturali - Provincia Autonoma di Bolzano
Via C. Battisti 21
39100 Bolzano

Parchi Nazionali
Parchi Provinciali
Biotopi
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy