Manuale di bachicoltura - Il baco da seta
a cura di Silvia Cappellozza CRA-API

Il baco da seta

Classe: Insetti
Ordine: Lepidotteri
Sottordine: Eteroneuri
Famiglia: Bombicidi
Genere: Bombyx
Specie: B. mori L.

Il baco da seta (Bombyx mori) è un insetto olometabolo, appartenente all’ordine dei Lepidotteri.
L’insetto non esiste allo stato selvatico, perciò dipende totalmente dall’uomo per la propria alimentazione, riproduzione e conservazione. In nessun caso, quindi, l’allevamento del baco da seta può dare luogo a diffusione ed infestazione in natura.

Bozzolo e adulto di Baco da seta - Bombyx mori L.

Tratti distintivi

Il baco da seta possiede alcune razze o varietà, che si differenziano a seconda dell’origine geografica e per le caratteristiche fenotipiche di larva e bozzolo (colore, forma, numero di mute durante il ciclo, numero di generazioni per anno).

Il poliibrido

Il baco da seta che viene allevato per l’utilizzo commerciale è un ibrido, formato da un incrocio a 4 vie (due linee parentali giapponesi vengono incrociate e danno origine ad un ibrido semplice P1J, due linee parentali cinesi vengono incrociate e danno origine ad un altro ibrido semplice P1C, successivamente i due ibridi semplici vengono nuovamente incrociati fra loro e danno origine al poliibrido => F1). L’ibrido è più robusto, più produttivo e più semplice da allevare rispetto alle razze pure; fila un bozzolo bianco del peso compreso tra 1,8 e 2,5 grammi, con una lunghezza della bava serica che va dai 1.500 ai 2.500 m e una ricchezza in seta (percentuale del peso della corteccia a fresco sul peso totale del bozzolo fresco) che varia tra il 18 e il 25%.

Ciclo biologico

Il baco da seta trascorre l’inverno nello stadio di uova (seme-bachi). Queste vengono poste in incubazione in primavera, quando gli alberi di gelso hanno approssimativamente 4-5 foglie sui germogli. Le uova, una volta superata la diapausa invernale, potrebbero schiudere, perciò sono conservate in appositi frigoriferi durante tutta la stagione fredda, in maniera che non avvenga una nascita estemporanea quando le foglie non sono ancora pronte sui rami. La larva impiega circa 4 settimane a divenire matura e a cominciare a filare il bozzolo. Lo sviluppo avviene con periodi di accrescimento attivo (età larvali), separati da periodi (mute) in cui viene sintetizzato un nuovo esoscheletro di dimensioni maggiori e l’insetto si disfa di quello dell’età precedente, di dimensioni ormai inadeguate. Si tratta, perciò, di uno sviluppo discontinuo. Alla fine della V età, il bozzolo è completato in circa 2-3 giorni alla temperatura di 25°C. Altri 2-3 giorni sono necessari per la trasformazione in crisalide. Dopo circa 12-15 giorni dalla formazione del bozzolo si ha lo sfarfallamento dell’adulto, che fora il bozzolo alle prime luci del mattino, s’accoppia immediatamente, depone le uova già nel pomeriggio e notte successiva. La farfalla, successivamente alla deposizione si indebolisce gradualmente (poiché non si nutre) e muore dopo circa una settimana. Ogni farfalla femmina depone dalle 400 alle 600 uova, perciò 35-40 ovature sono necessarie alla produzione di un telaino di seme-bachi (20.000 uova).
Le razze che compiono un solo ciclo per anno vengono chiamate monovoltine, quelle che ne compiono due, bivoltine, quelle che ne compiono parecchi, polivoltine.

Peso del baco da seta e crescita relativa della ghiandola della seta

Fasi del ciclo larvale

Incremento del peso
corporeo (volte)

Incremento della ghiandola
della seta (volte)
Prima età (inizio) 1 1
Seconda età (inizio) 20 30
Terza età (inizio) 120 70
Quarta età (inizio) 730 220
Quinta età (inizio) 2.640 1800
Larva matura 10.000 140.000

 

Manuale di buona pratica agricola per la bachicoltura
Silvia Cappellozza - CRA-API

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy