Manuale di bachicoltura - Le mute
a cura di Silvia Cappellozza CRA-API

Le mute

Le larve che si approssimano alla muta riducono l’alimentazione con gradualità, fino a non nutrirsi più, riconoscibili dalla caratteristica posizione che consiste nel sollevamento del torace, nella leggera inclinazione verso il basso del capo, nell’adesione al substrato dell’addome, saldamente ancorato con fili di seta alla lettiera.
Di norma una muta si compie in 20-24 ore, tuttavia la durata varia molto con il tipo di poliibrido, la temperatura, l’umidità e lo stadio larvale (l’ultima muta si protrae per 48 ore).
La quantità di foglia distribuita va ridotta progressivamente e, quando si cominciano a vedere nella lettiera individui che hanno compiuto la muta (o si riconoscono le esuvie lasciate sulla lettiera stessa), l’alimentazione va completamente interrotta. Le lettiere dovrebbero essere disinfettate prima della muta ed immediatamente dopo, per impedire che le larve restino a contatto per lungo tempo con le feci e residui di foglia in fermentazione. In particolare se l’ambiente è umido, si consiglia di spargere calce. Quando la quasi totalità delle larve ha compiuto la muta si procede al cambio delle lettiere con le modalità già spiegate (è possibile spargere nuovamente calce). Nel caso ci sia un forte ritardo di parte delle larve, è necessario separare le larve già mutate da quelle ancora in muta, dividendole in due gruppi e riprendendo l’alimentazione solo di quelle già mutate.
Infatti, gli individui che tardano a mutare sono larve malnutrite e spesso affette da malattie; se la loro percentuale è bassa, vanno eliminate dall’allevamento, mentre se la loro percentuale è alta, il ritardo di sviluppo può dipendere da errori d’allevamento quali l’eccessivo affollamento delle lettiere o l’insufficiente distribuzione di alimentazione. In questo caso le larve vanno recuperate formando due gruppi separati.
Il primo pasto dopo la muta deve essere leggero, poiché le larve non presentano ancora un buon appetito. Inoltre, poiché il rivestimento dell’apparato boccale e digerente sono appena formati, è necessario somministrare foglia tenera e fresca.

Larve di baco da seta in muta tra IV e V età

Parametri standard per l’allevamento di un telaino di seme-bachi poliibrido (20.000 uova)

Manuale di buona pratica agricola per la bachicoltura
Silvia Cappellozza - CRA-API

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy