Manuale di bachicoltura - La pulizia delle lettiere
a cura di Silvia Cappellozza CRA-API

La pulizia delle lettiere

L’obiettivo della pulizia delle lettiere, è l’eliminazione delle foglie di scarto, delle feci del baco da seta e delle esuvie della muta. La pulizia dovrebbe essere compiuta con la frequenza indicata di seguito:

Età
Dopo la muta dell’età
precedente
Periodo intermedio
Prima della muta
dell’età successiva
I
-
-
-
II
1
-
-
III
1
-
1
IV*
1
1
1
V*
1
Una volta al giorno

* la pulizia della lettiera non va eseguita nell’allevamento a pezzone.

La pulizia della lettiera viene compiuta con l’ausilio di reti e carte forate. Si sovrappone alle larve una carta forata o rete prima della distribuzione del primo pasto mattutino. Quindi si distribuisce la foglia. Una volta che le larve sono salite sulla carta forata o rete per alimentarsi, passando attraverso i fori o maglie, tutto l’insieme viene spostato su un supporto pulito, si eliminano i residui della lettiera rimasti sulla carta d’allevamento e si pongono nuovamente la carta o la rete con le larve nella posizione precedentemente occupata.
Durante l’operazione di pulizia vanno eliminate le larve malate o deboli e quelle che non hanno compiuto la muta in concomitanza con le altre (ritardatarie).
Durante quest’operazione viene anche effettuato l’allargamento della superficie occupata dalle larve.
E’ importante che la superficie della lettiera sia calcolata bene, poiché se le larve sono troppo numerose, ciò causerà una loro irregolare nutrizione, uno sviluppo disomogeneo e una maggiore diffusione delle malattie; se, invece, le larve sono troppo rade, si avrà un rapido disseccamento della foglia, e, quindi, uno spreco della stessa.
Il cambio della lettiera non è necessario durante la prima età, considerato anche che, per le piccole dimensioni delle larve, si correrebbe il rischio di eliminarne moltissime con gli scarti dell’alimentazione. Si effettua un cambio in seconda età, subito dopo la prima muta, e in terza età, invece, si esegue un cambio subito dopo la seconda muta e uno prima della terza muta.
Durante la quarta e quinta età i cambi dovrebbero essere molto frequenti (vedi tabella precedente), ma se l’allevamento è compiuto con la tecnica del pezzone, non sono necessari.

Larve di Baco da seta - Bombyx mori L.

Parametri standard per l’allevamento di un telaino di seme-bachi poliibrido (20.000 uova)

Manuale di buona pratica agricola per la bachicoltura
Silvia Cappellozza - CRA-API

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy