Argentata dell'Etna
Atlante delle razze caprine

Origine e diffusione

Razza autoctona dell'Etna e dei Peloritani, la capra Argentata dell'Etna è allevata allo stato brado e semibrado nelle zone di montagna delle province di Messina, Catania, Enna e Palermo.
L'origine è sconosciuta; oggi è molto rara. Il Registro Anagrafico è stato attivato nel 2002. L'attitudine principale è la produzione di latte. E' una razza molto rustica da cui si ottiene un latte ricco di proteine e di altre sostanze nutritive utilizzato per produrre diversi formaggi tipici di qualità.

Caratteristiche morfologiche e produttive

Taglia: media.
Testa: piccola, leggera, con profilo foronto-nasale rettilineo, talvolta leggermente montonino, con ciuffo di peli nella zona frontale, di norma provvista di corna, diritte nelle femmine, molto sviluppate e divaricate nei maschi, che si distinguono anche per la barba.
Tronco: collo ben attaccato, Torace e addome mediamente ampi. Mammella di tipo pecorino o bifido. Arti leggeri
Vello: grigio con riflessi argentei, pelo lungo.
Altezza al garrese: Maschi a. cm. 75 - Femmine a. cm. 67 
Peso medio: Maschi a. Kg. 50 - Femmine a. Kg. 40
Produzione media latte: primipare lt. 152 - pluripare lt. 200

Argentata dell'Etna Argentata dell'Etna (foto www.assonapa.com)

Argentata dell'Etna Argentata dell'Etna (foto gsiciliano)

Razze italiane
Razze estere
Versione italiana English version Versiķn espaņola
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy