Boa constrictor - Boa constrictor Linnaeus, 1758
Atlante degli animali esotici - Rettili

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Rettili
Ordine: Squamati
Sottordini: Serpenti
Famiglia: Boidae
Genere: Boa
Specie: B. constrictor Linnaeus, 1758

Il suo areale è ampio: secondo un gradiente latitudinale è presente nel Messico centro-meridionale, in tutti gli Stati dell'America centrale e meridionale tropicale oltre che nelle Piccole Antille. L'habitat che predilige è quello delle foreste tropicali pluviali e delle zone umide. Si tratta comunque di una specie adattabile che è possibile rinvenire in numerosi habitat, purché vi sia una certa copertura vegetale ed umidità. Dieci le sottospecie classificate.
Specie protetta dalla Convenzione di Washington. Necessita pertanto di documento CITES.

Morfologia

La lunghezza media degli individui adulti è di circa 2,5 metri. Ci sono rari esemplari che raggiungono il peso di 30 kg e la lunghezza superiore ai quattro metri.

Boa constrictor Boa constrictor - Boa constrictor (foto http://snakesfans.blogspot.it)

Boa constrictor Boa constrictor - Boa constrictor (foto www.thesun.co.uk)

Habitat e terrario

Devono essere allevati in terrari di dimensioni adeguate; per una coppia adulta è consigliabile almeno un terrario da un paio di metri. E' indispensabile fornirgli un contenitore con dell'acqua in cui l'animale possa non solo andare a bere, ma anche immergersi per favorire il distacco della muta. Dal momento che sono principalmente arboricoli è consigliabile fornirgli dei rami e tronchi abbastanza robusti. Come substrato si può utilizzare la semplice carta da giornale, della sabbia, della torba o anche del terriccio.

Temperatura e umidità

La temperatura ideale diurna si aggira tra i 25 e i 32°C. Bisogna comunque sempre creare all'interno del terrario un gradiente termico in cui ci sia una zona del terrario fredda e una calda. Di notte la temperatura può scendere anche intorno ai 20-22°C.
Altre informazioni: www.apae.it

Alimentazione

Si ciba esclusivamente di mammiferi di dimensioni idonee alla sua taglia.

Riproduzione

La riproduzione in cattività non è difficilissima. La maturità sessuale viene raggiunta intorno al terzo anno di vita. Sembra che un periodo di circa due mesi a bassa temperatura (12-18°C) stimoli l'accoppiamento che generalmente avviene in Febbraio-Marzo. La gestazione dura circa 5-7 mesi; la specie è ovovivipara e partorisce tra i 15 e i 40 piccoli già perfettamente formati.

Serpenti
Sauri
Tartarughe
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy